Dino Marino dà vita ad ‘Azione PD’, area ‘free zone’ del Partito Democratico

Così come spiegato dal consigliere comunale, il movimento intende rimettere al centro l’opzione di cittadinanza attiva alla base delle idee riformiste proprie del Partito Democratico

Dino Marino

Dino Marino rilancia il Partito Democratico a San Severo, dando vita ad ‘AzionePD’, movimento aperto formato da dirigenti democratici e simpatizzanti del centrosinistra, che intende rimettere al centro l’opzione di cittadinanza attiva alla base delle idee riformiste proprie del Partito Democratico.

Queste le motivazioni espresse dal consigliere comunale: “C'è un vuoto politico nella città di San Severo agevolato e aggravato dall'Amministrazione Comunale in carica che negli ultimi due anni non ha prodotto nulla o quasi di ciò che ha predicato durante la campagna elettorale. In compenso, però, questo “nulla” ha aumentato il gap fra i cittadini e le istituzioni. Più che attenzione al "bene comune", abbiamo assistito a scelte basate sull’arroganza e vessatorie per i cittadini, cosa che non è giustificabile da chi si professa di centrosinistra. Il disagio che sentiamo noi è lo stesso avvertito da alcuni consiglieri comunali che vorrebbero trovarsi a discutere ed approvare ben altri progetti per la città".

"Tutto questo non è possibile perché i processi decisionali che riguardano il futuro della città sono frutto di ma di scelte amministrative operate in ben altri luoghi, rispetto a quelli deputati. Un esautoramento progressivo che  non ha permesso finora quella sana discussione, sale della democrazia partecipata, propria delle sedi istituzionali. La paura e la percezione sempre più diffusa di insicurezza e vulnerabilità, determinate dai ripetuti atti intimidatori con utilizzo di bombe, quasi con cadenza giornaliera, oltre alle rapine organizzate in stile hollywoodiano, dovrebbero far riflettere sulla necessità di trovare una soluzione al problema della legalità".

"Una questione drammatica, che cresce senza sosta e senza nessuna seria azione di contrasto da parte delle istituzioni che dovrebbero tutelare i cittadini onesti. L'aggravarsi della crisi economica sta offrendo sempre più spazio a quella illegalità diffusa facendo diventare anche la nostra città un contenitore-dormitorio in cui isolarsi e rinchiudersi nelle proprie angosce e nelle proprie disgrazie. Abbiamo raggiunto una disoccupazione al limite della sopportazione, se è vero che quasi il 25% della popolazione non ha più neanche la speranza di trovare un posto di lavoro che gli ridia la giusta dignità umana e sociale.

Ambiente, Lavoro, Legalità e Futuro: parte da qui, quindi, il confronto politico di ‘Azione PD’: “Coinvolgeremo tutte le forze politiche riformiste e l'associazionismo attivo che ha dimostrato di essere presente in città con la grande manifestazione per la Legalità. Lo faremo con i sindacati e con le associazioni di categoria, lo faremo con le scuole lasciate da troppo tempo a se stesse provando a ristabilire le interconnessioni fra i cittadini e le istituzioni” afferma l’ex consigliere regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento