Gestione Rifiuti, Marino accusa: "La Regione sulla strada di dittatura e accentramento"

Ieri l'esponente Pd ha incontrato i sindaci dell'Alto Tavoliere sulla questione rifiuti. "Mentre il Governatore attacca il Governo sulle Trivelle perché mortifica le Regioni, dall'altra soffoca i Comuni"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

"Difficoltà di programmazione, scarsa capacità di sintesi delle esigenze dei territori e delle autonomie locali. La scelta del presidente Anac dimostra che quella intrapresa dalla Regione Puglia in materia di rifiuti è la strada della dittatura e dell'accentramento. Mentre il Governatore attacca il Governo sulle Trivelle perché mortifica le Regioni, dall'altra soffoca i Comuni".

Così Dino Marino, esponente Pd, area "Azione Pd" in merito alla denuncia presentata dal presidente dell'Autorità nazionale Anticorruzione (Anac), Raffaele Cantone, alla Procura di Bari e alla Corte dei Conti sulla gestione degli ambiti di raccolta ottimali per i rifiuti (Aro) della Regione Puglia. Una denuncia nata dagli esposti presentati dai comuni di Parabita, Miggiano, Specchia e Montesano Salentino.
Cantone denuncia in particolare "il prolungato ricorso dei sindaci alle ordinanze 'contigibili' ed urgenti di proroga degli affidamenti, invece di far funzionare gli Aro e di indire pubbliche gare nel rispetto della legge".

Nella relazione, che riguarda tutti gli Aro della Puglia, Cantone sottolinea la scarsa presenza "di condivisione della attività amministrativa, di un confronto costruttivo tra i rappresentanti delle comunità locali, che ha impedito una sintesi degli interessi locali tempestiva, stabile e produttiva di effetti".

"I Sindaci devono riappropriarsi di uno spazio di interazione vitale con territori e cittadini in nome dei principi di sussidiarietà e democrazia di prossimità. I commissariamenti operati dal Governatore vanno, invece, nella direzione di un totale esautoramento dei poteri e delle prerogative delle autonomie locali. Perciò, invitiamo tutti i primi cittadini a manifestare con forza il loro dissenso. E la riunione che ho tenuto ieri con i sindaci dell'Alto Tavoliere va in questa direzione", conclude Marino.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento