menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Mainiero

Giuseppe Mainiero

Dalla proposta ‘rimpastino’ (respinta) alle dimissioni di Landella. Mainiero: “Azzerare la Giunta”

Il commento del capogruppo in Consiglio comunale dei Fratelli d’Italia, Giuseppe Mainiero, all’indomani delle dimissioni di Franco Landella

“Il sindaco di Foggia annuncia le sue dimissioni per il bene della città; per una volta sono d’accordo con lui”, questo il commento di Giuseppe Mainiero, capogruppo al Comune di Foggia di Fratelli d’Italia. Le dimissioni di Landella arrivano all’indomani dell’approvazione della pregiudiziale di “illegittimità contabile” al Piano Finanziario proposto dalla società Amiu Spa e dalla Giunta Landella presentata dal capogruppo di FdI: “Un piano, è bene ribadirlo, che prevede un aumento della Tari per i cittadini/contribuenti foggiani, che quest’anno saranno chiamati a corrispondere complessivamente nelle casse del Comune di Foggia 28,926 milioni di euro in ragione dei 28,481 milioni del 2017. Ma probabilmente per Landella un aumento di mezzo milione di euro sono quisquiglie”

Spiega Mainiero: “Ora, al di là degli aspetti squisitamente tecnici, il tema delle dimissioni di un sindaco è un tema politico che riguarda la città. Ricordo al sindaco dimissionario che Fratelli d’Italia, nella persona del suo segretario provinciale l’avv. Giandonato La Salandra, unitamente alla delegazione della Lega, ha aderito all’appello del coordinatore di Forza Italia all’indomani del voto del 4 marzo teso a ricostruire l’unità del centrodestra, una coalizione, a Palazzo di Città,  devastata dai comportamenti e dalla gestione dissennata e domestica di Landella. Ma il tentativo di Landella di derubricare un’intesa politica ad un “rimpastino” è stato rispedito al mittente. Le poltrone sono state offerte dal Sindaco, attraverso il coordinatore provinciale di Forza Italia Di Mauro, questi i fatti.

E ancora: “Ora il sindaco ha deciso di dimettersi all’indomani dell’approvazione di una “pregiudiziale di legittimità contabile” che ritiene addirittura di non dover approfondire confermando il suo approccio “sciatto” alle vicende amministrative della nostra città, il caso ex Aipa Spa evidentemente non ha insegnato nulla. Tra l’altro, proprio ieri, il Tribunale Fallimentare ha respinto la proposta di transazione formulata dal Comune di Foggia per il fallimento ex Amica Spa, una formulazione tesa a mettere al riparo il Piano di Riequilibrio di cui al Salva Enti che ha sottaciuto, ed in alcuni casi occultato, la effettiva massa debitoria, tesi la mia, confermata anche dalla Corte dei Conti.

Un Piano di riequilibrio farlocco che il centrodestra avrebbe dovuto respingere, teso come era a nascondere specifiche responsabilità politiche ed amministrative. Landella invece lo ha entusiasticamente accolto, anche a mezzo stampa prodigandosi con i ringraziamenti al centrosinistra a cui ha dimostrato ineccepibile continuità politica. L’idea di sperperare la illusoria “liquidità aggiuntiva” lo allettava, scaricando tra l’altro la debitoria nei prossimi 30 anni"

Il capogruppo dei Fratelli d’Italia aggiunge: “Le “dimissioni di un sindaco” non possono essere oggetto di una discussione, per quanto ci riguarda, un istituto che il nostro ordinamento dispone nella esclusiva disponibilità di un sindaco. E’ Forza Italia, che esprime il Sindaco di Foggia, a dover dire se vuole un accordo politico e la ricostruzione del centrodestra. L’accordo politico al quale Fratelli d’Italia pensa riguarda un radicale “cambio di passo” che parta dal riconoscimento del fallimento della Giunta Landella e dal suo azzeramento, e non con la distribuzione di qualche assessorato.

Giuseppe Mainiero conclude:  “Una prospettiva questa che respingiamo con forza al mittente, priva di qualsiasi orizzonte politico e proiettato esclusivamente a racimolare  di qualche voto in Consiglio per continuare a galleggiare, una particolare attitudine di cui il sindaco dimissionario ha dato prova di sapersi cimentare in questi ultimi tre anni”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento