Dimissioni Mongelli, Sel: “Continui a dare impulso alla buona politica”

“Riprenda con nuovo vigore e speranza, la sua attività di grande catalizzatore delle forze migliori di Foggia, affinché questa nostra città non sia destinata ad andare ancora pericolosamente alla deriva”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

SINISTRA ECOLOGIA E LIBERTA' - Sel di Capitanata ritiene di comprendere benissimo il senso di frustrazione (che rasenta la disperazione) di chi, come il sindaco di Foggia Gianni Mongelli, pur impegnandosi e rischiando in prima persona, non è riuscito a procurare effettivamente e compiutamente - a beneficio della comunità che ha l’onore di amministrare - quello sviluppo economico, sociale, culturale, quella riemersione dal degrado, che il nostro territorio agogna ormai da decenni.

Risollevare la città di Foggia dai guasti decennali in cui la (mala)politica l’ha relegata non è compito di un uomo solo. Nei tre anni che l’ing. Mongelli ha trascorso a lavorare per la nostra città, soprattutto cercando di offrirle una prospettiva diversa dal dissesto, molto di quello che egli ha fatto (in termini di risanamento) è stato sicuramente oscurato dalla crisi della finanza pubblica, dell’economia reale e dalle decisioni del Governo nazionale di destra che prevede, per Foggia, tagli di 25 milioni di euro nei trasferimenti statali.

E proprio in questi ultimi giorni, qui nel capoluogo, molti nodi sembrano - infine - essere venuti al pettine: dalla criminalità che rialza spavaldamente la testa (vedi il ferimento in pieno giorno dell’imprenditore Insalata) al fallimento dell’Amica e del Foggia Calcio.

La Crisi c’è. Innegabilmente. E’ una crisi complessiva, di sistema, che ci colpisce tutti e sotto molteplici aspetti. E l’impegno di Gianni Mongelli, la sua correttezza, la sua professionalità non potevano, da sole, arginarne le disastrose conseguenze sociali. Ma la crisi può e deve essere una occasione di crescita, di cambiamento, di trasformazione. Magari abbandonando definitivamente quel manuale “Cencelli” che il nostro Sindaco - sicuramente controvoglia - hai dovuto spesso interpretare. 

In questi difficili giorni, chiediamo a Gianni Mongelli - tornando a ringraziarlo per quello che ha già fatto - di continuare a dare impulso a quella condivisa attività di buona politica che è stata la cifra caratterizzante delle forze sane e costruttive della coalizione. La speranza in un radicale cambiamento - da parte dei cittadini e da parte della classe dirigente locale - capace di rinnovare il contributo che tutti devono dare per lo sviluppo e la crescita del capoluogo, è oggi più che mai viva.

Ed, a tal riguardo, si coglie l’occasione per comunicare il passaggio, nelle file di Sinistra Ecologia e Libertà, del Consigliere Comunale Michele Sisbarra il quale ha già dato un significativo sostegno alla causa della rinascita di Foggia, condividendo spesso le posizioni e l’operato del Consigliere di SEL Leonardo De Santis - ed al quale vanno i saluti e gli auguri di tutto il Coordinamento SEL di Foggia e della Puglia.

Infine gli chiediamo di riprendere, con nuovo vigore e speranza, la sua attività di grande catalizzatore delle forze migliori di Foggia, affinché questa nostra città non sia destinata (e non per colpa sua) ad andare ancora pericolosamente alla deriva.

Foggia gliene sarà grata. Noi gliene ne saremo grati.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento