Dimissioni Mongelli, D’Emilio: ”Inevitabili per cambiare rotta”

Il fallimento dell’Amica, lo scriteriato aumento delle tasse, il deficit occupazionale ed il degrado igienico in cui versano ampie aree cittadine non potevano che condurre a questo epilogo fallimentare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Apprendiamo con moderato stupore delle dimissioni improvvise del sindaco Mongelli ma siamo altresì convinti di come rappresentino, per Foggia e i foggiani, il primo necessario passo del cammino, certamente faticoso e graduale, indirizzato all’uscita dalla grave crisi in cui è sprofondata la città in seguito al malgoverno degli ultimi otto anni di centrosinistra”.

Sono queste le parole con cui il capogruppo consiliare Pdl Francesco D’Emilio accoglie la notizia delle dimissioni del primo cittadino, formalizzate nel primo pomeriggio di oggi.

“Il fallimento dell’Amica, lo scriteriato aumento delle tasse, il deficit occupazionale ed il degrado igienico in cui versano ampie aree cittadine non potevano che condurre a questo epilogo fallimentare.

Già a partire da domani avvieremo, nel gruppo consiliare, una fase di analisi finalizzata ad individuare le cause e le motivazioni reali che hanno generato questo seppur auspicabile epilogo, per poi procedere alla discussione degli scenari che si andranno a configurare da qui ai prossimi mesi sperando, al contempo, che quest’atto di resa sia la conseguenza ultima di una lucida presa di coscienza definitiva del sindaco e non celi, invece, una manovra tattica di bassa lega che danneggerebbe ulteriormente la già drammatica situazione cittadina”.


 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento