Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

La parte minoritaria di Foggia sta con Iaccarino: parte l'hashtag #iostoconleo, ma non è il caso di ripensarci

E' partita la campagna social #iostoconleo. Per essere valide, le dimissioni annunciate tramite Pec, hanno bisogno di essere protocollate davanti al segretario comunale

A lume di naso sembrerebbe che Leonardo Iaccarino non abbia granché intenzione di lasciare la presidenza del Consiglio comunale di Foggia.

La campagna social #Iostoconleo con tanto di foto partita qualche ora fa sui social, è un tentativo, ultimo ed estremo, per convincerlo a restare. E per autoconvincersi. 

Le strade sono due: protocollare le dimissioni davanti al segretario comunale Gianluigi Caso, potrebbe farlo domani, o lasciare il cerino in mano ai colleghi del Consiglio comunale, sempre che davvero tutti vogliano sfiduciarlo e puntare su un altro profilo. 

Come avevamo già anticipato nelle scorse ore le dimissioni annunciate dal numero due dell'assise di Foggia per essere valide devono essere protocollate davanti al segretario comunale, che poco fa, a Foggiatoday ha confermato l'esistenza di una Pec all'ufficio di Gabinetto ma ha precisato: "Non si presentano tramite Pec, le presenterà come abbiamo precisato che si deve fare".

Nel frattempo piovono commenti e attestati di stima da parte di amici, conoscenti, parenti e simpatizzanti, la parte minoritaria di Foggia.

Tanto quanto basta a far sorgere il dubbio che Iaccarino stia maturando l'idea di un dietrofront.

Ma è troppo tardi, e inopportuno, per tornare indietro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La parte minoritaria di Foggia sta con Iaccarino: parte l'hashtag #iostoconleo, ma non è il caso di ripensarci

FoggiaToday è in caricamento