Ultima ora: si è dimesso (di nuovo) l'assessore Leo Di Gioia

Il foggiano Leonardo Di Gioia si è dimesso da assessore della Regione Puglia. La notizia è di questi minuti. E' la seconda volta nel giro di pochi mesi che l'assessore all'Agricoltura lascia. Le motivazioni in una lettera

Il foggiano Leonardo Di Gioia si è imesso da assessore della Regione Puglia. La notizia è di questi minuti. Di Gioia ha consegnato le sue deleghe al presidente Michele Emiliano. Le dimissioni hanno decorrenza dal 5 luglio, scrive egli stesso nella lettera missiva ad Emiliano. "Caro presidente, con la presente sono a rassegnare le mie dimissioni dal ruolo di Assessore con delega all'Agricoltura della giunta da te presieduta con decorrenza dal 5 luglio 2019.

Tale termine differito rispetto alla data di presentazione di questa nota mi consentirà di partecipare a due audizioni presso la Camera dei Deputati per conto della Conferenza dei Presidenti delle Regioni su qestioni agricole in programma mercoledì 3 p.v. e di salutare giovedì 4 il personale in assessorato. 

Ti ringrazio - aggiunge- per la grande opportunità che in questi anni mi hai dato, conferendomi un ruolo di primaria importanza nella nostra Regione e a livello nazionale con il Coordinamento dei colleghi di tutta Italia, e per l'affetto che hai più volte manifestato anche pubblicamente per me. Continuerò a lavorare per la Puglia con impegno e lealtà".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le dichiarazioni di Emiliano 

E' la seconda volta nel giro di pochi mesi che l'assessore all'Agricoltura lascia. Nel mese di gennaio per le rimostranze, diffuse e pesanti, del mondo agricolo e conseguente frattura politica con Emiliano. Non è un mistero che Di Gioia si stia spostando sempre più a destra: alle elezioni Europee votò Massimo Casanova (Lega), prima ancora si divise dal Pd sulla elezione del presidente della Provincia (perorando la causa di Nicola Gatta). Il voto delle regionali non è lontano e non è improbabile che l'assessore voglia riorganizzarsi in autonomia. Voci raccontano anche di un incarico di prestigio a Roma per intercessione del suo amico leghista Centinaio, ministro delle politiche agricole. In caldo anche la prima poltrona dell'Ismea. A rendere la frattura di queste ore insanabile le nomine in Arif.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Era bravissimo e un grande lavoratore". Amici e conoscenti in lacrime per Mattia. Pizzeria chiude per due giorni

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

  • Coronavirus, 8 casi in Puglia ma Capitanata senza vittime né contagi. I positivi scendono a 1222

  • Coronavirus, quattro casi e tre decessi in Puglia. I positivi scendono sotto quota mille. Zero contagi e nessuna vittima in Capitanata

  • Sangue in strada, omicidio a Trinitapoli: 43enne freddato con tre colpi di arma da fuoco

Torna su
FoggiaToday è in caricamento