Ultima ora: si è dimesso (di nuovo) l'assessore Leo Di Gioia

Il foggiano Leonardo Di Gioia si è dimesso da assessore della Regione Puglia. La notizia è di questi minuti. E' la seconda volta nel giro di pochi mesi che l'assessore all'Agricoltura lascia. Le motivazioni in una lettera

Il foggiano Leonardo Di Gioia si è imesso da assessore della Regione Puglia. La notizia è di questi minuti. Di Gioia ha consegnato le sue deleghe al presidente Michele Emiliano. Le dimissioni hanno decorrenza dal 5 luglio, scrive egli stesso nella lettera missiva ad Emiliano. "Caro presidente, con la presente sono a rassegnare le mie dimissioni dal ruolo di Assessore con delega all'Agricoltura della giunta da te presieduta con decorrenza dal 5 luglio 2019.

Tale termine differito rispetto alla data di presentazione di questa nota mi consentirà di partecipare a due audizioni presso la Camera dei Deputati per conto della Conferenza dei Presidenti delle Regioni su qestioni agricole in programma mercoledì 3 p.v. e di salutare giovedì 4 il personale in assessorato. 

Ti ringrazio - aggiunge- per la grande opportunità che in questi anni mi hai dato, conferendomi un ruolo di primaria importanza nella nostra Regione e a livello nazionale con il Coordinamento dei colleghi di tutta Italia, e per l'affetto che hai più volte manifestato anche pubblicamente per me. Continuerò a lavorare per la Puglia con impegno e lealtà".

Le dichiarazioni di Emiliano 

E' la seconda volta nel giro di pochi mesi che l'assessore all'Agricoltura lascia. Nel mese di gennaio per le rimostranze, diffuse e pesanti, del mondo agricolo e conseguente frattura politica con Emiliano. Non è un mistero che Di Gioia si stia spostando sempre più a destra: alle elezioni Europee votò Massimo Casanova (Lega), prima ancora si divise dal Pd sulla elezione del presidente della Provincia (perorando la causa di Nicola Gatta). Il voto delle regionali non è lontano e non è improbabile che l'assessore voglia riorganizzarsi in autonomia. Voci raccontano anche di un incarico di prestigio a Roma per intercessione del suo amico leghista Centinaio, ministro delle politiche agricole. In caldo anche la prima poltrona dell'Ismea. A rendere la frattura di queste ore insanabile le nomine in Arif.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Cerignola: spara e uccide la vicina, ferisce la moglie e poi si toglie la vita

  • Omicidio nel Foggiano: ucciso 'Fic secc', noto esponente della criminalità garganica

  • Scacco al clan: maxi operazione antimafia di Carabinieri e Cacciatori, 50 arresti (anche a Foggia e Cerignola)

  • Madre urla disperata, bimbo rischia di soffocare con un pezzo di wurstel: autista soccorritore del 118 gli salva la vita

  • Quel piano 'bomba' per uccidere 'Fic Secc': ieri l'omicidio a colpi di fucile dell'erede di Romito, stub e perquisizioni

  • Bomba in vicolo Ciancarella, a Foggia: colpita la friggitoria 'Poseidon', malore per un residente

Torna su
FoggiaToday è in caricamento