Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Le dimissioni non spaventano i 18, altro ko in aula per Landella: e intanto la Tari aumenta

 

Ennesima seduta a vuoto sul piano economico finanziario di Amiu oggi in Consiglio comunale a Foggia. Con 18 voti favorevoli, nove contrari e un astenuto, l'aula accoglie la pregiudiziale Marasco e respinge al mittente il documento che avrebbe dovuto rideterminare anche le tariffe della Tari.

Si aprono ora due questioni: una tecnico-amministrativa relativa all'entità della maggiore tassa che andrà a pesare sui contribuenti (non avendo discusso il Pef, le tariffe resteranno infatti quelle dell'anno scorso senza però il contributo Amiu riveniente dall'utilizzo del biostabilizzatore, ammontante quest'anno a 1,5 milioni di euro); uno squisitamente politico che certifica l'inesistenza ormai di una maggioranza per questa amministrazione. Da questo punto di vista è attesa la conferma delle dimissioni del sindaco, salvo che domani, nella riunione di maggioranza convocata per le 11.30 non vi siano quadrature differenti tra i partiti (interessati anche i livelli nazionali); per ciò che concerne il primo aspetto, invece, domani i 18 sono chiamati a redigere nero su bianco una contro proposta al Pef che si tenterà di calendarizzare entro il 31 marzo per scongiurare gli aumenti della Tari. Non è detto che la tempistica sia dalla parte dei consiglieri.

Ai microfoni di FoggiaToday due rappresentanti delle fazioni scontratesi in aula, Alfonso De Pellegrino e Bruno Longo. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento