rotate-mobile
Politica Apricena

Dito puntato contro Antonio Potenza: “Non è gradito al PD e non lo sarà mai"

L'accusa: “Si è sottratto al confronto democratico ed ha utilizzato il Consiglio comunale come palco elettorale. L’unico risultato ottenuto è stato la mortificazione delle istituzioni”

Una dichiarazione congiunta al vetriolo, che di certo non lascia margini alla libera interpretazione. “Antonio Potenza non è e non sarà mai gradito al Partito Democratico”, una dichiarazione forte che reca in calce le firme di Michele Emiliano, segretario regionale PD e Raffaele Piemontese, segretario provinciale PD, insieme a quelle di Tommaso Pasqua, Pasquale Terlizzi e Michele Lacci.

“Nel Consiglio comunale delle assurdità – si legge nella nota stampa -  il sindaco di Apricena si è sottratto al confronto democratico ed ha utilizzato il Consiglio comunale come palco elettorale, mettendo in mostra tutto il suo timore per l’incalzante azione svolta dalle minoranze durante le ultime settimane. L’unico risultato ottenuto è stato la mortificazione delle istituzioni, vilipese da chi non è in grado di governare la città e guidare con serenità la macchina amministrativa”.

“Per non legittimare l’ennesima pantomima del sindaco, i consiglieri di minoranza hanno deciso di abbandonare la Sala Consiliare dopo aver inutilmente chiesto di replicare alle sue farneticazioni. Tra le tante menzogne pronunciate, il Sindaco ha vantato “contatti riservati” con alcuni dirigenti regionali del PD che, sempre a suo dire, hanno aspramente criticato l’azione del Circolo cittadino”.

“E’ bene che i cittadini di Apricena sappiano che Antonio Potenza non è e non sarà mai gradito al Partito Democratico. Ce lo impediscono la nostra storia e i nostri valori, la nostra idea di governo della città e le prassi da noi adottate per amministrare. Ce lo impedisce – concludono -  il rispetto per le donne e gli uomini della comunità del Partito Democratico di Apricena, della Capitanata e della Puglia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dito puntato contro Antonio Potenza: “Non è gradito al PD e non lo sarà mai"

FoggiaToday è in caricamento