Politica Centro - Cattedrale / Via Alessandro Manzoni

Sbarca a Foggia la Democrazia Cristiana Storica, il partito che si ispira al messaggio del Papa

La sede regionale del partito è in via Manzoni, mentre il segretario regionale è Angelo Laquaglia. Il partito è l'anima politica del comitato 'Con Francesco'

Nata il 14 marzo scorso nella prestigiosa sala Paolo Sesto della Pontificia Università Lateranense, la Democrazia Cristiana Storica prende casa a Foggia, in via Manzoni. Non una sede, ma la sede regionale del partito nato sulla scorta degli insegnamenti di Papa Francesco, “vera novità in campo sociale, civile e politico degli ultimi anni”, così come sottolineato dal delegato nazionale, Francesco Crocensi. Un movimento costituito per trasformare la parola del Santo Padre - “entrato come uno tsunami nello scenario della vita di tutti i giorni” - in atti pratici.

Un partito che - ha precisato Crocensi - "non sarà un remake della Democrazia Cristiana. Il nostro obiettivo è sì quello di riportare in vita i valori forti e non negoziabili della vecchia DC, ma rendendoli attuali attraverso il messaggio di Papa Francesco, con l'aiuto di molti giovani che si stanno attivando in questo senso"

Il primo elemento che balza agli occhi è la presentazione del partito regionale nel capoluogo dauno, “un segnale di attenzione per la nostra provincia che abbiamo accolto con grande piacere” ha affermato Ciro Persiano. “La determinazione, da parte di tutti, nel volere la sede regionale qui, testimonia, più di tante parole, l’attenzione che gli organi nazionali e regionali vogliono dedicare a questa provincia troppe volte dimenticata ed abbandonata anche e soprattutto dai suoi stessi rappresentanti” ha ricalcato l’esponente DCS di San Severo.

Altro aspetto rilevante è che il segretario regionale è un foggiano: Angelo Laquaglia. Un terzo elemento è che al comitato ‘Con Francesco’ – “al quale è stato necessario affiancare un contenitore politico” (appunto Democrazia Cristiana Storica) – hanno aderito già 12mila soggetti, 100 associazioni e circa 350 amministratori locali di quindici regioni italiane. 

Attorno al nuovo soggetto politico che si ispira ai valori storici della DC, ma li ripropone in una chiave più innovativa adottando i dettami di Papa Francesco, si registrano richieste d’adesione e manifestazioni d’interesse, anche da parte di amministratori foggiani. Questo il dato, ma nessun nome “perché” – sostiene Laquaglia – “con l’avvento delle elezioni regionali non vogliamo rompere gli equilibri”. Una cosa è certa: porte chiuse ai parlamentari e a chi ha intenzione di aderirvi per coltivare i propri interessi. “La politica si fa per passione” ha precisato il neo segretario regionale. 

Un soggetto politico nuovo, rinnovato nella forma e nelle idee; che guarda al futuro e fa un tuffo nel passato quando Laquaglia marca l’idea di voler puntare sulla riapertura di sezioni e scuole della politica, dove poter formare e responsabilizzare le future generazioni. Scuole come centri di formazione, crescita, di cultura, rispetto e aggregazione. 

Durante la presentazione di Democrazia Cristiana Storica è emersa la volontà dei relatori ed esponenti cattolico-popolari, di voler trasformare le parole di Bergoglio in offerta sociale e politica, di dare voce al popolo, identità e dignità alle persone. Piccola parentesi sul capitolo regionali: “Non abbiamo deciso ancora nulla, decideremo dopo l’assemblea nazionale del 16 aprile”. 

Erano presenti in sala anche Antonio Bianco, Joseph Splendido in rappresentanza dell’amministrazione comunale, e i candidati consiglieri regionali Pasquale Cataneo e Patrizia Lusi. Al tavolo dei relatori anche Renata Ficelo, responsabile quote rosa, e Michele Baratta, responsabile della comunicazione

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarca a Foggia la Democrazia Cristiana Storica, il partito che si ispira al messaggio del Papa

FoggiaToday è in caricamento