Comparto Biccari soddisfatto per l'approvazione della delibera sulla 167"

Il coordinatore Antonello Abbattista esprime soddisfazione per l'approvazione della delibera di giunta che andrà al vaglio del consiglio comunale

Prendiamo positivamente atto della delibera di Giunta attraverso la quale l'Amministrazione comunale di Foggia inizia a recepire concretamente quelle che sono le istanze dei residenti del Comparto Biccari”. E' quanto afferma il coordinatore del Comitato di quartiere Comparto Biccari Antonello Abbattista riguardo la 'delibera n. 54 – Art. 34 Legge 865/1971 – Legge Regione Puglia n.20/2001 art.12, comma 3 e art.16, comma 10 bis e art. 7 delle norme di attuazione di piano: atto ricognitivo e di assestamento urbanistico della 167 finalizzato all'attualizzazione del documento programmatico preliminare'. La delibera dovrà adesso passare al vaglio del Consiglio comunale.

Una ulteriore tappa all'interno del percorso di copianificazione urbanistica dove Comitato di quartiere, Circoscrizioni e Comune capoluogo hanno dato vita ad un'intensa concertazione per porre rimedio allo stato di abbandono totale nel quale versa il Comparto Biccari da un decennio. La necessità fondamentale di dotare il quartiere di servizi deve essere soddisfatta al più presto, soprattutto in considerazione dell'edificazione intensiva e in taluni casi eccessiva rispetto alla reale domanda di immobili che c'è a Foggia, nonché la non condivisibile previsione di sovraccaricare il quartiere di ulteriori alloggi di edilizia popolare che andrebbero a sottrarre altri spazi vitali alla Comunità del Comparto Biccari”, prosegue Abbattista.

Accogliamo con favore, invece, la possibilità di rendere operative e realizzabili le nostre proposte alla luce delle dinamiche di insediamento: attrezzamento delle aree verdi del quartiere per una loro reale fruibilità, realizzazione di dog-area, installazione di giochi per bambini, riqualificazione e valorizzazione del Tratturo Biccari ma soprattutto tutto quanto attiene ai servizi e alla viabilità. E proprio in merito alla viabilità chiediamo, con forza, interventi concreti e immediati che vadano a sanare la scandalosa condizione del manto stradale di via Federico Spera, via Francesco Nardella, viale Giuseppe La Torre (in più punti), via Guglielmo Calmo senza dimenticare l'assenza di illuminazione in via Raffaele Lagonigro e all'interno del parcheggio ubicato di fianco all'Enaip di via Rovelli, al momento inutilizzabile, o la necessità di segnaletica orizzontale e verticale all'interno del quartiere. Altrettanto non più rinviabili sono le soluzioni in merito alla situazione igienica all'interno del Comparto Biccari, specialmente in considerazione dell'imminente calura estiva, dove carenza di cassonetti, discariche a cielo aperto, ampie zone di fittissima vegetazione selvatica e assenza di disinfestazione costituiscono ulteriori piaghe da sanare”, conclude Abbattista.

DELIBERA DI GIUNTA

Su proposta dell’assessore all’Urbanistica e alle Politiche abitative, Luigi Fiore, anche l’atto ricognitivo sulla cosiddetta “167” si coordina all’attività che l’Amministrazione sta dispiegando in funzione dell’attualizzazione/aggiornamento del Documento Programmatico Preliminare al PUG e della conferenza di copianificazione del PUG.

La delibera effettua una ricognizione molto complessa di procedimenti amministrativi che risalgono alla Deliberazione del Consiglio comunale n. 619 del 6 febbraio 1990 “Reperimento area per l’edilizia residenziale pubblica ex legge 167/62 con riferimento allo studio preliminare di suscettività urbanistica dei vigenti Piani Particolareggiati di Zona rispetto a possibili aggregazioni urbane per interventi di 167 di emergenza”, in cui venivano individuate le aree da includere nel Piano di Zona Legge n. 167/62, in relazione alle esigenze dell’Edilizia Economica e Popolare per un decennio e nella misura del 70% di quella necessaria a soddisfare il fabbisogno complessivo di edilizia abitativa.  Una ricognizione che ha uno scopo: quello di procedere al definitivo assestamento del Piano di Zona 167 alla luce delle esigenze sollevate dai residenti, nonché alla luce del processo di copianificazione del PUG e, in particolare, del lavoro di attualizzazione del Documento Programmatico Preliminare per il quale necessita la definitiva cristallizzazione urbanistica ed amministrativa di tutte le programmazioni e piani in corso. L’attività è stata integrata anche da una serie di incontri con i soggetti interessati (operatori, cittadini, presidente di Circoscrizione, Comitato di quartiere). Alla luce dell’atto ricognitivo che, ai sensi delle NTA proprie del Piano “167” nonché dell’art. 34 della Legge 865/1971, sarà sottoposto all’esame del Consiglio comunale, si rilevano interessanti elementi relativi:  ai dati di insediamento reale (elaborati sulla base dei dati anagrafici del Comune di Foggia) ben al di sotto delle previsioni di Piano: 12.938 erano gli abitanti complessivi previsti, oggi i residenti sono 8.410; ciò a un riverbero positivo quanto a dotazione di standard che, al minimo, dovrebbero essere pari a 18 mq per abitante e che, invece, allo stato, sono pari a 29,73 nel Comparto Biccari e nel Comparto Ordona-Sud 27,72 mq per abitante; la possibilità di rendere operative e realizzabili le proposte dei residenti alla luce delle dinamiche di insediamento (in questo senso, sono molte le istanze dei residenti inerenti le tipologie di verde, dog-aree, parchi giochi); un’ottimizzazione della distribuzione dei previsti volumi a servizi, miglioramento della viabilità, sblocco della realizzazione dei previsti alloggi per l’Amministrazione comunale con la relativa delocalizzazione richiesta dai residenti.

Luigi Fiore: “Tutte le delibere approvate dalla Giunta sono fondamentali all’efficace svolgimento della pianificazione connessa alla stesura del Piano Urbanistico Generale. Con il Piano Tratturi abbiamo, finalmente, censito, individuato catastalmente e regolamentano le attività che interessano la rete tratturale. Con la rigenerazione urbana ci attrezziamo ad intervenire sulla città costruita per riqualificarla sotto il profilo urbanistico e sociale. Inoltre, la pianificazione realizzata ci consentirà di accedere ai fondi regionali ed europei per migliorare l’infrastrutturazione pubblica. La delibera sulla 167, infine, è frutto di un’ampia e articolata consultazione effettuata in questi mesi con i comitati civici e i cittadini per comprendere, sul campo, quale sia lo stato di attuazione di questo pluriennale programma urbanistico ed evitare la conflittualità tra i residenti e le imprese autorizzate a costruire”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento