rotate-mobile
Politica Centro - Stazione / Viale XXIV Maggio

Degrado viale XXIV maggio, Mainiero infastidito: "Se ne accorgono solo adesso?"

La replica a Lia Azzarone: "Le Amministrazioni comunali di centrosinistra che per dieci anni hanno guidato Foggia non hanno mosso un dito per affrontare e provare a risolvere l'emergenza"

“Come al solito, agli esponenti del Partito Democratico fa difetto la memoria quando si tratta di discutere delle vicende che riguardano la nostra città. Ancora una volta, infatti, i dirigenti del Pd intervengono lanciando anatemi come se negli ultimi dieci anni il loro partito fosse stato all’opposizione e non al governo della città”. Così Giuseppe Mainiero, portavoce cittadino e capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale al Comune di Foggia, replica alle dichiarazioni della responsabile organizzazione del Partito Democratico di Capitanata, Lia Azzarone.

“Lia Azzarone, improvvisamente e con dieci anni di ritardo, scopre che il Quartiere Ferrovia è una delle zona della città che versano maggiormente in una condizione di abbandono. La responsabile organizzazione del Pd si è evidentemente accorta di una lampante evidenza, alla quale occorre rispondere con interventi ed azioni che valorizzino nuovamente, sotto il profilo del commercio e della vivibilità, questa parte di Foggia”, dichiara Mainiero.

“Tra l’altro la tesi secondo la quale l’allargamento dell’Isola Pedonale, sperimentazione che sta riscuotendo un significativo ed importante apprezzamento da parte della nostra comunità, concorrerebbe ad isolare il viale della Stazione è priva di qualsiasi logica. Si tratta di un paragone insostenibile, di questioni che non hanno alcun legame l’una con l’altra. Mescolare temi diversi e differenti è evidentemente nient’altro che il maldestro tentativo di creare un po’ di confusione per non riconoscere il successo di una decisione, quella dell’allargamento dell’area pedonale, che l’Amministrazione comunale ha avuto il coraggio di compiere”.

“A Lia Azzarone – sottolinea ancora Mainiero - vorrei ricordare che le Amministrazioni comunali di cui il suo partito è stato azionista di maggioranza non hanno mosso un solo dito per affrontare e provare a risolvere l’emergenza che lei oggi denuncia con foga e passione, provando in modo goffo ad addossarne la responsabilità all’attuale governo della città. In dieci anni i governi del centrosinistra hanno accompagnato e osservato senza nessun intervento l’abbandono che oggi fa tanto scandalizzare la responsabile organizzazione del Pd della provincia di Foggia”.

E, tra le altre cose, Mainiero ricorda il pasticciaccio brutto di viale XXIV maggio, con l’Amministrazione guidata dal sindaco Gianni Mongelli che arrivò addirittura a rimuovere le panchine presenti sul viale della Stazione perché luogo di bivacco, credendo di risolvere con questa bizzarra idea i problemi del quartiere. “Nessuno vuole nascondere la polvere sotto il tappeto”, conclude Mainiero. “Da questo punto di vista, siamo al lavoro per cercare soluzioni che, anche sotto l’aspetto del sostegno alle imprese commerciali, possano rivitalizzare quest’area della città, di fatto operando una sua riqualificazione che avrà chiaramente un’incidenza sul piano della sicurezza e, di conseguenza, della qualità della vita”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado viale XXIV maggio, Mainiero infastidito: "Se ne accorgono solo adesso?"

FoggiaToday è in caricamento