Pasquale Nigro Idv: “Votiamo contro il decreto Svuota Carceri”

Presto interrogazione parlamentare del nostro segretario regionale on. Augusto Di Stanislao, per conoscere la situazione della nostra provincia dove sono presenti sei strutture carcerarie mai entrate in funzione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Non è più sostenibile la situazione carceraria nella provincia di Foggia, la Puglia guida la triste classifica italiana con 203 detenuti a dividersi 100 posti letto.”

Questo è quanto denuncia dal partito dell'Italia dei Valori, il responsabile regionale “Infrastrutture, trasporti  e mobilità” Pasquale Nigro.

In pratica solo nella casa circondariale di Foggia ci sono 720 detenuti su 370 posti disponibili e la situazione non va meglio né a Lucera e né a San Severo. Inutile soffermarci sulle condizioni igienico-sanitarie in cui versano i carcerati e gli agenti penitenziari, perennemente sotto pianta organica, costretti ad operare in condizioni al limite della sicurezza, tra turni massacranti e situazioni precarie.

Noi dell'IdV, prosegue Pasquale Nigro, contestiamo e votiamo contro il Decreto “Svuota Carceri” di questo Governo sostenuto dal PD, dal PDL e dall' UDC, che non è altro che una goccia nel mare, un'amnistia che rimetterà in libertà una piccolissima parte di detenuti, che non risolverà nessun problema ma restituirà l'impunità a qualche amico colletto bianco.

Le nostre proposte? Presto un'interrogazione parlamentare del nostro segretario regionale on. Augusto Di Stanislao, per conoscere la situazione della nostra provincia dove sono presenti sei strutture carcerarie mai entrate in funzione, costruite ed abbandonate al proprio destino, alcune di queste anche ammobiliate e vandalizzate: Accadia, Bovino, Castelnuovo della Daunia, Apricena, Orsara, e Volturara Appula.

Il partito dell'Italia dei Valori contro lo spreco di denaro pubblico e vicino ai quanti soffrono ed operano in difficoltà, conclude Pasquale Nigro.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento