Crollo liceo Poerio, Prc: “Garantire incolumità degli studenti”

Circolo Che Guevara: “L’incuria dell’amministrazione provinciale continua ad accanirsi contro gli studenti del liceo Poerio”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

poerio tragedia-2CROLLO LICEO POERIO - COMUNICATO STAMPA PRC "CHE GUEVARA" / GIOVANI COMUNISTI CIRCOLO VLADIVOSTOK

"Non si può scherzare con la sicurezza degli studenti. Al Liceo Poerio ieri un primo crollo dell’intonaco del soffitto della classe 2°O, oggi il secondo crollo dell’intonaco del soffitto nei bagni e la constatazione che in un’altra classe vi è situazione di pericolo.

Ci domandiamo se il dirigente scolastico ha provveduto a segnalare ieri, all’assessorato competente della provincia di Foggia, l’accaduto e quali interventi siano stati adottati per garantire l’incolumità degli studenti. Chiediamo se corrisponde al vero che il distacco dell’intonaco dei soffitti sia causato da infiltrazioni di acqua dal tetto e che i lavori per la sua sistemazione sono stati rinviati sino a quando non saranno sistemati i pannelli fotovoltaici sul tetto della scuola.

L’incuria dell’amministrazione provinciale continua ad accanirsi contro gli studenti del liceo Poerio che due anni orsono hanno dovuto scioperare per fare rimuovere rifiuti speciali accatastati all’interno della sede centrale ( residui di copertoni ) e che, lo scorso anno scolastico, hanno dovuto manifestare per fare attivare il riscaldamento alla ripresa della scuola dopo le vacanze invernali (facevano lezione avvolti da coperte per ripararsi dal freddo).

Vogliamo ricordare che, sempre lo scorso anno scolastico, mentre gli studenti del liceo Volta erano trasferiti, per l’inadeguatezza dei locali della Fondazione de Piccolellis a ospitare classi scolastiche, dalla sede staccata di viale degli aviatori a locali reperiti presso l’istituto Pascal, in locali attigui e uguali, gli studenti del Poerio hanno continuato le lezioni sino alla fine dell’anno scolastico.

Quanto successo oggi dimostra la considerazione in cui sono tenuti gli studenti foggiani dall’amministrazione provinciale perché, all’attuale situazione di potenziale pericolo dell’istituto Poerio, si aggiunge la situazione di disagio in cui versa l’istituto Einaudi, i cui insegnanti e studenti sono ancora in attesa che l’assessore Billa Consiglio si degni di mantenere gli impegni presi convocando la conferenza dei servizi tra Provincia, comune di Foggia e Università per affrontare e risolvere la frammentazione in tre sedi di questo istituto.

Agli studenti degli istituti ospitati nel palazzo degli studi che dichiarano lo stato di agitazione, va la solidarietà ed il sostegno di Rifondazione Comunista e dei Giovani Comunisti impegnandoci a farci portatori del loro disagio e della loro protesta alla prossima riunione del consiglio provinciale."

 

 

 

 

Torna su
FoggiaToday è in caricamento