Sabato, 16 Ottobre 2021
Politica Cerignola

Illegalità e deriva criminale a Cerignola: la ricetta di Sgarro

Per il candidato sindaco del centrosinistra e segretario cittadino del Partito Democratico “Cerignola è una città poco appetibile per gli investitori”

“Serve una politica di governo del commercio per far fronte a illegalità e deriva criminale”. E’ quanto ha dichiarato il candidato sindaco del PD e del centrosinistra, Tommaso Sgarro, relativamente al susseguirsi di eventi criminosi a Cerignola: “Questa ondata criminale oltre a offrire una pessima immagine della città, crea danni economici alle attività commerciali e scoraggia gli investimenti, tanto delle aziende locali, quanto e soprattutto delle aziende esterne al territorio. Siamo una città poco appetibile per gli investitori”

L’esponente e segretario del PD aggiunge: “Al tema della legalità si connette quello dell’abusivismo commerciale che la fa da protagonista. Serve un piano di intervento mirato su questo fenomeno che metta insieme rispetto delle regole, diritto al lavoro e tutela del consumatore. È necessaria una riorganizzazione del funzionamento degli uffici comunali abilitati alla funzione di controllo quali Suap-Annona-Tributi in collegamento con Camera di Commercio). Serve un corretto utilizzo delle risorse umane messe a disposizione dal corpo dei vigili urbani, opportunamente formate con continui aggiornamenti sulle normative vigenti”.

Gioielliere stufo: "Città in mano ai barbari, dobbiamo reagire da soli"

E prosegue: “Serve una politica di governo del commercio diffusa attraverso iniziative di riqualificazione e di incentivo che valorizzino e promuovano gli aggregati commerciali naturali, in un’ottica di collaborazione sistematica fra soggetti pubblici e privati. La L.R 11/2003 prevede che le amministrazioni comunali si dotino di un documento di programmazione della rete distributiva. All’interno di tale strumento i comuni, anche facendo riferimento alla delimitazione dei piani urbanistici, possono costituire e identificare i distretti urbani del commercio (DUC) e promuovere appositi progetti di valorizzazione commerciale per riqualificare i centri storici e le aree urbane a consolidata presenza commerciale da sottoporre a misure di incentivo e di sostegno al commercio.

Attimi di terrore a Cerignola: due rapine in 15 minuti

Poi conclude: “Serve, però, anche ripensare lo spazio urbano, che va reso più controllabile, anche attraverso l’aumento dei sistemi di video sorveglianza, operazione possibile attraverso l’utilizzo di fondi regionali, ministeriali ed europei”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Illegalità e deriva criminale a Cerignola: la ricetta di Sgarro

FoggiaToday è in caricamento