Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Mo.Dem. vs Pd, in Capitanata comincia lo scontro tra Clemente e Piemontese

La costituzione del Movimento Democratico in Capitanata con a capo Sergio Clemente provoca la reazione di Raffaele Piemontese: "Per come ragionano, Mo.Dem. è un nome troppo innovativo"

Il debutto a Foggia dei Mo.Dem., il movimento democratico interno al Pd, ha aperto una frattura interna al Partito che assume i toni di una scissione definitiva tra veltroniani e d’alemiani di Capitanata. Alle accuse di Gero Grassi e Giuseppe Fioroni, che definiscono il partito democratico foggiano militarizzato e poco incline ai cambiamenti, non si è fatta attendere la risposta di Raffaele Piemontese: “Per come ragionano, Mo.Dem. è un nome troppo innovativo”.

Il referente principale dei Mo.Dem. in Capitanata è Sergio Clemente, consigliere provinciale e comunale che si è detto dispiaciuto delle perdite importanti registrate negli ultimi mesi all’interno del partito : “Voglio contenere questa emorragia e riorganizzare  la rete dei cattolici”.

Attribuire motivazioni politiche a scelte determinate dalla mancata soddisfazione di aspirazioni personali aumenta la confusione nel partito e lo inchioda a discussioni sul posizionamento dei singoli di assoluta retroguardia” è l’amaro commento del coordinatore della segreteria provinciale del Partito Democratico.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mo.Dem. vs Pd, in Capitanata comincia lo scontro tra Clemente e Piemontese

FoggiaToday è in caricamento