menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Coronavirus acuisce la crisi, cittadini al verde: "La situazione è esplosiva. Istituire un 'reddito di quarantena' per dare respiro a chi è in difficoltà"

E' una delle proposte avanzate dalla Federazione provinciale di Foggia di Rifondazione Comunista: "La Regione Puglia adotti immediatamente, e si faccia promotrice nei confronti del Governo, tutte le misure necessarie a dare sollievo ai lavoratori precari, disoccupati, inquilini a basso reddito e imprese duramente colpite dalla crisi"

"La drammatica situazione epidemiologica dovuta al coronavirus ha messo in luce tutte le storture del sistema capitalistico che da anni denunciamo". Così la federazione provincia di Foggia di Rifondazione comunista chiede aiuti concreti come l’anticipazione dell’annuale contributo per l’affitto, l’istituzione di un fondo al quale attingere per il pagamento dei canoni di locazione nonchè un redditori di quarantena.

"La regionalizzazione e la privatizzazione della sanità con i continui tagli al sistema pubblico a favore delle strutture private, la precarizzazione del lavoro che ha creato decine di tipologie contrattuali, che in una fase come questa si rivelano assolutamente inadatte a garantire una qualche forma di reddito, la mancanza di una seria politica abitativa che ha lasciato milioni di nostri connazionali a dover sostenere affitti e mutui anziché investire sull’edilizia residenziale pubblica, sono tutte conseguenze di una logica legata al profitto di pochi a scapito del benessere dei molti".  

"Nei decreti governativi emanati nelle ultime settimane manca totalmente qualsiasi forma di aiuto alle famiglie più deboli, quelle che vivono, anzi vivevano, di lavori in nero e sottopagati e che ora, senza lavoro e senza reddito, fanno fatica a portare un pasto a tavola. Se a questo aggiungiamo che molte di queste famiglie vivono in affitto, si capisce chiaramente che la situazione è esplosiva.  Ci sono poi, soprattutto nel nostro Gargano, decine di migliaia di lavoratori stagionali del turismo che quest’anno, per ovvie ragioni, non avranno la possibilità di lavorare, subendo una doppia perdita: il reddito da lavoro e la possibilità di accedere alla disoccupazione nei mesi invernali". 

"Per tutte queste ragioni, la Federazione provinciale di Foggia del partito della Rifondazione comunista chiede con forza che la Regione Puglia adotti immediatamente, e si faccia promotrice nei confronti del Governo, tutte le misure necessarie a dare sollievo ai lavoratori precari e in nero, agli inquilini a basso reddito, ai disoccupati, alle imprese duramente colpite attraverso l’anticipazione dell’annuale contributo per l’affitto e l’aumento della dotazione finanziaria, la richiesta al Governo dell’istituzione di un fondo al quale attingere per il pagamento dei canoni di locazione abitativa e il finanziamento ai Comuni di fondi da destinare ai buoni spesa per le famiglie indigenti".

"Ancora, si chiede il sostegno economico alle imprese operanti nel turismo che hanno subito in poche settimane la perdita totale delle prenotazioni, un contributo regionale per i lavoratori stagionali aggiuntivo rispetto al bonus del Governo e l’istituzione immediata di un 'reddito di quarantena' che dia finalmente respiro economico a centinaia di migliaia di nostri corregionali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento