Asl Foggia, De Leonardis preoccupato per la sorte di 8 lavoratori

Per i tecnici della prevenzione il 3 giugno scadrà il loro contratto a tempo determinato. Il consigliere regionale auspica una soluzione immediata

In una nota a mezzo stampa il consigliere regionale e presidente della settima Commissione Affari Istituzionali, Giannicola De Leonardis, denuncia il pericolo in cui potrebbero incorrere otto tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro in servizio da tre anni presso l’Asl di Foggia, il cui contratto a tempo determinato scade il prossimo 3 giugno.

Una vicenda che si trascina da tempo tra polemiche e contraddizioni, in quanto queste persone sono state assunte dopo aver espletato un regolare concorso a tempo indeterminato nella mansione attualmente ricoperta, e pur avendo ottenuto l’idoneità sono state, loro malgrado, costrette a un calvario di vicissitudini che hanno riguardato anche le loro famiglie, per via di decisioni discutibili assunte dalle dirigenze Asl succedutesi nel tempo, che per coprire i vuoti nella pianta organica hanno preferito nuove ed altre assunzioni attraverso avvisi pubblici, piuttosto che procedere allo scorrimento della graduatoria in essere, come previsto dalla legge” afferma De Leonardis.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giannicola De Leonardis, consigliere regionale e presidente della settima Commissione Affari Istituzionali, invita al buonsenso “sia la dirigenza dell’Asl Foggia che l’assessore regionale alla Sanità Tommaso Fiore, permanendo i vuoti nella pianta organica dell’azienda (sarebbero dieci i posti necessari per un regolare svolgimento dell’importante servizio), non essendoci problemi di copertura finanziaria ed avendo queste persone acquisito negli anni una professionalità che rappresenta un valore aggiunto del quale oggi sarebbe assurdo privarsi. E il buonsenso impone la soluzione definitiva di una vicenda che si sta trascinando da fin troppo tempo, trasmettendo insicurezza e precarietà a persone che meriterebbero invece, per meriti acquisiti sul campo dopo aver superato una regolare selezione e aver espletato e superato un impegnativo concorso, il canale preferenziale che nel recente passato è stato riservato a cinque loro colleghi, evidentemente più fortunati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento