Abusivismo commerciale, Amorese risponde a chi è in malafede: “Ripristiniamo le regole”

Le precisazioni di Amorese sulla decisione della giunta comunale di non rinnovare le autorizzazioni temporanee per l’esercizio del commercio su aree pubbliche e la risposta a Jenny Moffa

Claudio Amorese

Claudio Amorese, assessore alle Attività Economiche, in merito alla sospensione delle autorizzazioni nell’ambito del commercio ambulante, risponde tra le righe al predecessore Jenny Moffa e al consigliere comunale Giuseppe Mainiero: “Si è trattato di un percorso lineare e coerente teso a ripristinare quel sistema di regole che fino ad oggi è mancato. Le autorizzazioni rilasciate avevano carattere temporaneo nelle more dell’individuazione delle nuove aree mercatali, passaggio che abbiamo esperito dopo decenni di immobilismo su questo fronte”

Amorese commenta così il provvedimento approvato dall’esecutivo di Palazzo di Città in materia di abusivismo commerciale: “Cercare passi indietro o contraddizioni nel percorso amministrativo seguito dal Comune di Foggia in materia di lotta e contrasto all’abusivismo commerciale significa essere in malafede, perché solo chi è in malafede può ignorare i diversi passaggi che hanno portato all’atto amministrativo approvato dalla Giunta comunale qualche giorno fa, che è per l’appunto l’esito di un lavoro avente come obiettivo la definizione di uno schema di regole certe per gli ambulanti che intendono lavorare nel rispetto delle leggi e delle norme”.

L’assessore comunale spiega: “Il mancato rinnovo delle autorizzazioni precedentemente concesse, sulla base di un’altra delibera proposta da chi mi ha preceduto nella veste di assessore alle Attività economiche, non è altro che il prosieguo di quel provvedimento, in cui era chiaramente definito il carattere di temporaneità delle stesse. Una temporaneità concessa nelle more dell’individuazione di nuove aree mercatali all’interno delle quali collocare gli ambulanti che intendessero esercitare questa attività nell’ambito della legalità. Un lavoro complesso e non semplice, che in passato non si era mai portato a compimento e che invece siamo riusciti, con impegno ed abnegazione e sostenuti dal fondamentale impulso del sindaco Franco Landella, a terminare, predisponendo assieme al Servizio Pianificazione la proposta da sottoporre all’attenzione del Consiglio comunale”.

Specifica l’assessore comunale alle Attività economiche: “È dunque evidente che questo iter ha una sua coerenza, ed oserei dire anche una sua palese valenza innovativa rispetto a quanto accaduto nel passato, quando il contrasto al fenomeno dell’abusivismo commerciale, in particolare quello legato alla vendita di prodotti ortofrutticoli, è stato declamato senza mai mettere in campo una strategia realmente operativa. Oggi questa Amministrazione comunale prova a dare una risposta in termini concreti a questa emergenza, affermando con forza una seria cultura della legalità e del rispetto delle regole, coniugandola con la tutela del lavoro”

Conclude Claudio Amorese: “L’atto amministrativo approvato qualche giorno fa dalla Giunta comunale, inoltre, interviene anche su alcune situazioni sulle quali c’è stato un attento monitoraggio, come ad esempio il mancato pagamento della Cosap da parte di quegli ambulanti che erano stati destinatari delle autorizzazioni temporanee nonché il mancato rispetto degli spazi assegnati. Infrazioni certificate dai verbali elevati dagli agenti del Corpo di Polizia Municipale. Questi sono gli elementi qualificanti del lavoro che è stato svolto dall’Amministrazione comunale e che siamo convinti vadano esattamente nella direzione di ripristinare quel sistema di regole che fino ad oggi è mancato. Il resto è soltanto l’ennesima polemica politica dal sapore pretestuoso e strumentale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento