Consorzio Start Capitanata: ora c’è anche Bio Food

Venti le imprese che hanno aderito finora. Operosa attività di Confagricoltura, Copagri e Confcooperative. Gioco di squadra tra imprese e associazioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

A due mesi dalla presentazione del progetto, il Consorzio Start Capitanata è pronto ad avviare tutte le iniziative programmate per sostenere lo sviluppo delle imprese del territorio attraverso un sistema di promozione dei prodotti che possa indurre soprattutto i commercianti a preferire il made in Capitanata rispetto a produzioni di altre zone di cui molto spesso si ignorano l’origine e le modalità di realizzazione.

Sono già una ventina le imprese che hanno aderito oltre che alle organizzazioni di categoria, le associazioni dei consumatori e altre strutture che stanno operando nella stessa direzione. Tra queste figura l’associazione Bio Food, nata per riunire le imprese del biologico e che immediatamente attraverso il suo presidente Teresa Musacchio ha voluto aprire un dialogo con il Consorzio convenendo nelle ultime ore nella decisione di aderire. E’ uno dei tanti momenti di coesione del territorio che si stanno decifrando in questi ultimi tempi, un modo concreto per fare sistema mettendo da parte gelosie ed egoismi che hanno frenato lo sviluppo della provincia di Foggia. Entro poche settimane, questo l’obiettivo più importante, si punterà a riempire gli scaffali delle gastronomie e supermercati di tutta la provincia di Foggia, offrendo anche alla ristorazione una serie di prodotti che oggi sono praticamente assenti. start-2

In queste ore un tavolo tecnico in Confagricoltura a Foggia, alla presenza del Presidente Onofrio Giuliano, ha permesso anche di fare ulteriori passi in avanti per fare una fotografia attenta sulle imprese pronte ad entrare nel sistema del commercio al dettaglio. Un gioco di squadra in cui sta svolgendo un ruolo importante anche Copagri con il suo presidente provinciale Luigi Inneo e Confcooperative con Giorgio Mercuri. Tutti operano per l’interesse comune di rimettere in moto l’economia del territorio. Se la gente acquista i prodotti locali, le imprese sono costrette a produrre di più, ad organizzarsi meglio, a rimettere in cerchio il danaro guadagnato che comunque resterà sul territorio.

A breve sarà riproposto un incontro con gli operatori turistici del gargano fortemente interessati a proporre ai loro clienti prodotti tipici locali, garanzia di tipicità e genuinità. Un altro importante segnale di come gi imprenditori della provincia di Foggia siano pronti a fare sistema.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento