Il Consorzio Asi e i milioni da gestire infuocano la partita, Longo replica a Confindustria: "Mio diritto esserci, basta pochi intimi"

L'affaire 'nuova presidenza' scalda il clima. Scambio di battute al veleno a mezzo stampa tra Rotice e il consigliere comunale di maggioranza. Landella tace. L'Asi è al momento commissariata

“Il signor Gianni Rotice, al quale va tutta la mia stima ed apprezzamento, dovrebbe rileggersi rapidamente, poiché il tempo stringe, le norme ed i regolamenti che riguardano le competenze dei consiglieri comunali in Italia: comprenderebbe che parlare di “intromissione” di un eletto nella massima assise comunale su fatti e problemi della città è quantomeno azzardato e velleitario. Con tale metodo cartesiano, basato sui fatti e non su risentimenti, si renderebbe conto che le sue  recenti dichiarazioni rese alla stampa sono prive di fondamento poiché nessuno può impedire ad una coalizione, il centrodestra, di prendere posizioni su argomenti politico-istituzionali”. E’ al fiele la replica di Bruno Longo al presidente uscente di Confindustria Foggia. Il clima si scalda tra via Valentini Vista Franco e Corso Garibaldi. L’articolo di ieri di Foggiatoday in cui si rivelavano manovre per la presidenza del Consorzio Asi di Foggia, attualmente commissariato dalla Regione Puglia, da affidare, l’ipotesi, all’ex sindacalista Cisl Giulio Colecchia, ha acceso il dibattito. Longo ha puntato il dito contro Rotice – e, per suo tramite, contro Landella- mettendo in guardia da uno “scivolamento” della paternità dell’operazione a sinistra (chiamando in causa anche i malumori di quella parte imprenditoriale facente capo ad Eliseo Zanasi, vicina al centrodestra di Landella), Rotice ha replicato a stretto giro di posta a Longo denunciando intromissioni e avvertendo di “lasciare stare Confindustria”.

“Dovrebbe anche ricordare il signor Rotice, che evidentemente ha letture superficiali – continua Longo-, che il Comune di Foggia è all’interno dell’Asi, elemento rappresentativo di alto livello, quantitativo e qualitativo, e che, vista la esigua titolarità di quote possedute in Asi da parte dell’organizzazione che rappresenta , è il signor Rotice che potrebbe essere ritenuto elemento di intromissione: termine in verità completamente fuori luogo ed inopportuno rispetto alla missione e al ruolo degli Enti pubblici.

Ai distratti va ricordato che il consigliere comunale non ha solo la competenza ma anche il dovere di interessarsi di un Ente quale l’Asi che da tempo  è interessato da una lunga e complicata crisi istituzionale ed operativa, con un clima avvelenato da denunce, contro-denunce, interventi dell’Anticorruzione, ricorsi a Tribunali amministrativi e forse anche alla Procura della Repubblica.

A fronte di tale quadro devastato e devastante vi è una parte della politica preoccupata per le sorti di un Ente che sinora ha prodotto solo veleni, poltrone ed opportunità per pochi “soliti noti” ed ora anche dispersive e sorprendenti polemiche.

Dovremmo invece tutti preoccuparci – continua il consigliere- per evitare in un prossimo futuro scelte improduttive e sbagliate e non strategiche e di lungo respiro in relazione ai prossimi finanziamenti che il Governo centrale destinerà al Consorzio Asi Foggia-Incoronata che, se malamente utilizzati, potrebbero rivelarsi un ulteriore ed imperdonabile spreco e non fattore di sviluppo e start-up”.

Il tema dei finanziamenti, insomma. E’ lì che si gioca la partita. “È comprensibile il forte risentimento del signor Rotice sulla vicenda, che ha anche generato considerazioni tutto sommato superficiali – conclude il consigliere-. Da Confindustria tuttavia, sull’argomento, ci aspettiamo di più, per il suo ruolo, per la sua storia, per le sue potenzialità, per i suoi uomini che hanno fatto la storia di Foggia e della Capitanata. Si spera in un dialogo tra istituzioni, che invece di scivolare sulla polemica puerile e personale, sia foriero di iniziative produttive per tutto il territorio e non solo per i pochi intimi” la stoccata finale. Il sindaco Landella al momento tace. I suoi gli hanno chiesto un incontro sulla questione “per i dovuti chiarimenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale, auto esce fuori strada e si schianta contro un albero: muore 44enne

  • Matteo non ce l'ha fatta, si è spento ieri sera a 40 anni: addio al consigliere comunale e coordinatore dei Fratelli d'Italia

  • Terremoti, la Capitanata zona a rischio. Gargano fu devastato da uno tsunami. "A Foggia due edifici su tre non sono a norma"

  • Grave incidente stradale sulla Statale 16: tenta inversione a 'U' e prende in pieno un'auto, 4 feriti

  • Grave incidente stradale in A14: sei feriti in tre tamponamenti, grave un uomo di Manfredonia

  • Si torna a sparare a Manfredonia: agguato (fallito) in zona Asi, nel mirino il fratello del boss Miucci

Torna su
FoggiaToday è in caricamento