rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Politica

L’allarme sicurezza a Foggia arriva in Consiglio regionale con la ministra Lamorgese: "È un punto di svolta"

La seduta monotematica era stata proposta da Antonio Tutolo e la richiesta, accolta già a dicembre, era stata sottoscritta da tutti i colleghi eletti in Capitanata

La questione sicurezza in Puglia, e in particolare a Foggia, sarà oggetto di un Consiglio regionale monotematico con la partecipazione della ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. Lo ha comunicato oggi la presidente Loredana Capone, prima di votare i delegati della Regione Puglia per l’elezione del capo dello Stato.

Ha voluto esprimere la vicinanza dell’intero Consiglio regionale a tutte le donne e agli uomini della Capitanata. “Queste sono ore difficili”, ha detto riferendosi ai 4 ordigni esplosi a San Severo nel giro di pochissimo tempo. “La Regione è al fianco del sindaco, degli imprenditori, della polizia”.

Già a dicembre, era stata accolta la proposta di una seduta dedicata allo “sviluppo della provincia di Foggia” che si occupasse anche alla questione criminalità, formulata dal consigliere regionale Antonio Tutolo e sottoscritta da tutti gli eletti della provincia di Foggia. Si attendeva solo la calendarizzazione.

“Mi sono permessa di chiedere, a nome di tutto il Consiglio, la disponibilità della ministra Lamorgese a venire in Consiglio regionale a relazionare sulla situazione e a dire quali misure si intendono prendere - ha fatto sapere Loredana Capone - invitando ovviamente tutte le autorità e i parlamentari eletti in Puglia ad essere presenti con noi e ad esporre le proposte che si intendono assumere per supportare l’attività che il Consiglio regionale intende fare”.

La data sarà fissata, dunque, in base all’agenda della ministra che lunedì 17 gennaio sarà a Foggia per presiedere il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica in Prefettura.

“È un segnale importante per tutti i cittadini della Provincia di Foggia”, ha commentato a caldo il consigliere regionale Antonio Tutolo che parla di “un appuntamento di fondamentale importanza per la Capitanata, un punto di svolta, perché finalmente, per la prima volta, i rappresentati istituzionali e politici di un territorio si riuniranno in un’unica sede per discutere dei problemi di oltre 600mila cittadini”.

Ammette come la soddisfazione personale sia tanta. “Era dal mese di novembre del 2020 che chiedevo con insistenza che venisse celebrato. In questi mesi ho inoltrato decine di solleciti, ho convocato il 20 luglio scorso un incontro con tutti i consiglieri regionali della Capitanata, affinché sostenessero la mia richiesta. Poi, per attirare maggiormente l’attenzione sul ‘problema’ provincia di Foggia, ho organizzato insieme a Nazario Tricarico la manifestazione sulla Statale 16, continuando a chiedere la convocazione di un Consiglio monotematico per discutere di tutti i problemi che impediscono alla nostra amata provincia di crescere e svilupparsi nei settori strategici, per ascoltare le varie proposte e trovare delle soluzioni definitive e non più procrastinabili, che la facciano uscire dall’emarginazione regionale a cui sembra condannata e la liberino dall’oppressione mafiosa".

Tra agosto e ottobre, ha incontrato sindacati, associazioni, organizzazioni, sindaci (l’8 ottobre in Provincia), parlamentari ed europarlamentari (5 novembre a Foggia). Nel frattempo, ha continuato a sollecitare via Pec e di persona la presidenza del Consiglio regionale della Puglia.

Il 23 novembre scorso ha invitato tutti i consiglieri della provincia di Foggia a firmare la sua ennesima richiesta di convocazione di un Consiglio monotematico. L’1 dicembre sono stati convocati dalla presidente Capone per concordare la calendarizzazione della seduta, a cui saranno invitati tutti i parlamentari pugliesi e, tra gli altri, il procuratore e il prefetto di Foggia. “Sono contento per la Provincia che mi onoro di rappresentare – ha concluso Tutolo - Ci è voluto più di un anno di lavoro, impiegando tutte le mie energie, ma era un obiettivo primario da raggiungere”.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’allarme sicurezza a Foggia arriva in Consiglio regionale con la ministra Lamorgese: "È un punto di svolta"

FoggiaToday è in caricamento