menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Comitato Appelliamoci

Il Comitato Appelliamoci

Corte d’Appello, DDA e DIA nel Foggiano, le richieste di "Appelliamoci!" in Consiglio comunale a Manfredonia

Soddisfatto il presidente del Comitato, Marco Pellegrini: "Siamo fiduciosi. Se la Capitanata sarà capace di far sentire un’unica forte voce sui temi del contrasto alle mafie, della legalità e della giustizia, il Parlamento e il Governo non potranno che prenderne atto e adottare i provvedimenti del caso"

L'emergenza sicurezza investe tutti i comuni del Foggiano, dove ancora ancora una seduta di Consiglio comunale straordinario monotematico sul tema  è stata convocata, questa volta a Manfredonia. 

All'ordine del giorno della seduta prevista per domani, 18 settembre, alle 17, nella Sala Consiliare del Palazzo San Domenico, la "Richiesta istituzione della sede distaccata della Corte d’Appello di Bari, della DDA e DIA" nel Foggiano. "Il Comitato 'APPELLIAMOCI!' - afferma il presidente Marco Pellegrini -  esprime grande soddisfazione per questa convocazione, che testimonia l’attenzione, sempre più alta, delle istituzioni locali in merito ai temi di legalità, giustizia, lotta alle mafie, e ringrazia il sindaco, il Presidente del Consiglio e tutti i Consiglieri per aver accolto la nostra richiesta".

"E’ doveroso sottolineare che il Comune di Manfredonia è stato il primo ad aver dato riscontro alle sollecitazioni del Comitato, convocando una conferenza dei capigruppo, già all’inizio dello scorso mese di maggio, per discutere e preparare questo atteso e importante consiglio comunale monotematico. Ricordiamo che lunedì scorso si è espresso, all’unanimità, il Consigliocomunale di San Marco in Lamis approvando le nostre richieste e proposte; analogamente, negli scorsi mesi, avevano deliberato il Consiglio Provinciale di Foggia e i Comuni di Cerignola, Monte Sant’Angelo, Vico del Gargano, Carlantino, Casalnuovo Monterotaro, Castelluccio Valmaggiore, Chieuti".

"Siamo fiduciosi - continua Pellegrini - che, ben presto, anche tutti gli altri Comuni della Provincia accolgano il nostro invito e le nostre richieste, magari arricchendole e completandole. Se la Capitanata sarà capace di fare blocco unico e sarà capace di far sentire un’unica forte voce sui temi del contrasto alle mafie, della legalità e della giustizia, il Parlamento e il Governo non potranno che prenderne atto e adottare, ognuno per le proprie prerogative, tutti i provvedimenti del caso".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lopalco: "Puglia zona gialla non è liberi tutti"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento