Sabato, 19 Giugno 2021
Politica

Ventura è solo in aula: la maggioranza di Landella si è liquefatta

Al primo appello manca il numero legale nella seconda convocazione del Consiglio comunale di Foggia dedicato a surroghe e sostituzioni. Si collegano assessori e subentranti. Non va meglio un'ora dopo: confermato un solo presente, la seduta è stata sciolta

Il presidente del Consiglio comunale Lucio Ventura è stato l'unico a rispondere "presente" al primo appello delle 16.30 per la seduta in seconda convocazione dedicata a surroghe e sostituzioni. La maggioranza non si è presentata, l'assenza dell'opposizione era data per scontata.

Aperti i microfoni si deduce che dopo un'ora ci sarebbe stato un ulteriore tentativo che appariva già vano. L'espressione del presidente Ventura è piuttosto eloquente mentre il segretario generale Gianluigi Caso scorre l'elenco.

Sembra non ci siano proprio i margini per le vorticose telefonate di rito. Risultano assenti giustificati i consiglieri Sergio Clemente e Danilo Maffei.

Sono apparsi in video il vice sindaco Antonio Nembrotte, gli assessori al Bilancio Daniela Scarpiello, all'Istruzione Claudia Lioia, all'Urbanistica Antonio Scarano, e il comandante della Polizia Municipale Romeo Delle Noci. Si sono collegati i subentranti Giorgia Poppa, Sonia Ruscillo e Micky Sepalone.

Alle 17.30 il risultato non cambia. Entrano nella riunione Claudia Lioia, che compare qualche minuto prima dell'appello come Delle Noci, l'ingegnere Scarano, Giorgia Poppa e Micky Sepalone.

"Vediamo se sono sopravvenuti fatti nuovi", afferma il presidente Lucio Ventura, ma anche questa volta è l'unico presente in aula, sia fisica che virtuale, e la seduta è stata dichiarata deserta. Prima di chiudere il collegamento, Ventura ringrazia i partecipanti: "Alla prossima".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ventura è solo in aula: la maggioranza di Landella si è liquefatta

FoggiaToday è in caricamento