Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Ventura "presente per dovere", the end a Palazzo di Città: l'ultimo Consiglio comunale è una "formalità"

Nella seduta convocata nel giorno in cui diventano efficaci e irrevocabili le dimissioni presentate dal sindaco Franco Landella, arrestato lo scorso 21 maggio, si sono presentati solo il presidente e Micky Sepalone, in attesa di surroga

"Presente per dovere". Così ha detto il presidente del Consiglio comunale di Foggia Lucio Ventura rispondendo all'appello del segretario generale Gianluigi Caso, poco dopo le 9.30.

Era stato lui a convocare il Consiglio comunale il 18 maggio, quattro giorni prima dell'arresto del sindaco Franco Landella, di Dario Iacovangelo, che il giorno stesso ha rassegnato le dimissioni da consigliere comunale, e di Antonio Capotosto, già raggiunto da un'altra misura cautelare nell'ambito di un filone diverso che il 30 aprile aveva condotto in carcere Leonardo Iaccarino, ora ai domiciliari.

Il suo intento dichiarato era quello di assolvere all'adempimento delle surroghe, atto dovuto. Lo aveva fissato alla scadenza dei 20 giorni dalla presentazione delle dimissioni del sindaco, quando diventano efficaci e irrevocabili. In seconda convocazione, nel caso di revoca evidentemente delle dimissioni, era previsto per il 26 maggio.

Il presidente Ventura ha invitato il segretario a svolgere "le formalità per questa seduta che era stata già convocata giorni addietro". Non si può far altro che arrendersi all'evidenza: "Nessun presente", afferma lui, e l'appello è stato aggiornato alle 10.30.

In video, compaiono solo quattro riquadri dei presenti: il presidente, il vice segretario e la segretaria della presidenza del Consiglio Liliana Masi, tutti a Palazzo di Città, e poi c'è l'addetto ai servizi informatici di Am Service, la partecipata del Comune.

In realtà erano entrati nella riunione sulla piattaforma Zoom anche il vice sindaco Antonio Nembrotte Menna, che ora svolge le funzioni del sindaco dopo la sospensione disposta dal prefetto Raffaele Grassi, il vice segretario e Micky Sepalone, in attesa di surroga.

Alla seconda chiamata compare in diretta streaming anche l'assessore al Bilancio Daniela Scarpiello, ma il risultato non cambia: "Tutti assenti - domanda Ventura al segretario - Bene, per mancanza del numero legale la seduta è dichiarata deserta". Fine delle trasmissioni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ventura "presente per dovere", the end a Palazzo di Città: l'ultimo Consiglio comunale è una "formalità"

FoggiaToday è in caricamento