Politica

Di Pasqua: “Si è iniziato un percorso per far vivere la città diversamente”

Il consigliere comunale: “L’isola pedonale è certamente un plus valore e i cittadini lo hanno ben compreso, ritrovando il piacere di passeggiare a piedi e vivere la città a misura d’uomo”

“Sorprende constatare come alcuni consiglieri comunali di minoranza, forse perché poco legittimati nel ruolo dallo stesso partito di appartenenza - come appare evidente per De Pellegrino - passino gran parte del proprio tempo a denigrare l’Amministrazione Comunale di Foggia piuttosto che impegnarsi per gli opportuni e necessari approfondimenti, indispensabili per dar corpo a proposte serie e praticabili sulle questioni che maggiormente interessano la comunità locale, comportandosi così da futuri aspiranti sindaci permanenti che, notoriamente, sono da sempre ritenuti da tutti assai poco credibili”. E’ quanto ha affermato il consigliere comunale, Consalvo di Pasqua, nel corso di un incontro con numerosi rappresentanti di cittadini ed associazioni di commercianti. “La politica rappresenta sempre, come l’amministrazione e/o il governo di una città o di una regione, un impegno con sé stessi e con gli altri. Un impegno ricco di stimoli che va affrontato con entusiasmo, rispetto, volontà, verità e spirito di servizio. E ciò vale a maggior ragione in momenti come quello attuale” ha poi aggiunto.

Di Pasqua ha quindi sostenuto che “parlare sempre e soltanto male dell’Amministrazione Comunale non credo serva a ritrovare un rapporto con i cittadini. Tutti i giorni facciamo i conti con gli effetti dei tagli agli enti locali e al fondo per le politiche sociali. Parlo della riduzione dei servizi per l'infanzia, di quelli per l'assistenza domiciliare, dell'aumento delle rette per le case di riposo visto che i Comuni non riescono più a integrarle. Servirebbero misure di contrasto alla povertà sociale, perché abbiamo tre milioni di poveri e una social card che non ha funzionato”

Il consigliere comunale di maggioranza ha poi parlato dei giovani: “Dobbiamo tutti impegnarci affinché la buona politica torni ad essere credibile e praticata. E' necessario che nuove persone abbiano la possibilità di mettersi in gioco. Bisogna investire sui giovani. Essere capaci di coniugare l’esperienza di alcuni al vigore dei tanti giovani che pur ci sono e si agitano in questa nostra società in grave e preoccupante sofferenza. Ci vorrà tempo per imparare le regole, si potrà sbagliare, ma almeno avranno sbagliato persone e storie diverse. Inizierà una sperimentazione e la credibilità dei partiti, ora in caduta libera, potrebbe risollevarsi. Benjamin Franklin diceva che quando le persone, gli elettori, percepiscono chiaramente una mancanza di etica nella classe politica e un'eccessiva presenza di moralismo vuoto e di facciata, si convincono di potersi sostituire a essa. Franklin temeva l'oclocrazia, il governo delle masse, senza selezione, senza riflessione e senza merito, ponte naturale tra degenerazione della democrazia e oligarchia. E' una riflessione che vedo attualissima perché scorgo il pericolo, di fronte allo smarrimento politico che stiamo vivendo, che il luogo comune diventi un punto di riferimento"

L’esponente di centrodestra si è soffermato sull’estensione dell’isola pedonale: “Ed a proposito di verità e di spirito di servizio credo vada ribadito che la nuova disciplina adottata in materia di zone a traffico limitato nasce da un’esigenza di maggiore vivibilità nella città, manifestatasi anche con diverse sollecitazioni dei cittadini. Le isole pedonali rispondono a queste necessità, ed una città come Foggia si presta bene ad essere sfruttata ampliando queste zone. L’obiettivo è quello di abituare, con gradualità, la gente a rispettare determinati standard.

Con questa sperimentazione si è iniziato un percorso per far vivere la città diversamente. Una iniziativa, quella dell’area pedonale ampliata, frutto di incontri e attente valutazioni da parte del Sindaco e dell’intera struttura comunale con gli stessi titolari delle attività economiche presenti nell’area interessata. La pedonalizzazione di Piazza Giordano e di corso Vittorio Emanuele  è certamente un beneficio per gli operatori commerciali, ma anche per i residenti: la valorizzazione del patrimonio urbano e il netto miglioramento della vivibilità, oltre la qualità ambientale, sono solo alcuni dei motivi che hanno spinto l’Amministrazione comunale a chiudere al traffico un’altra parte importante del centro cittadino.

L’isola pedonale è certamente un plus valore e i cittadini lo hanno ben compreso, ritrovando il piacere di passeggiare a piedi e vivere la città a misura d’uomo. La conferma giunge dai numeri e dal gradimento dei cittadini che ogni cittadino di Foggia ha potuto constatare. La città ha risposto positivamente alla iniziativa, migliaia di persone, sfidando anche il freddo, hanno invaso nel periodo natalizio il corso Vittorio Emanuele e la Piazza Giordano, segno inequivocabile che l’isola pedonale ampliata piace e convince” ha concluso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Pasqua: “Si è iniziato un percorso per far vivere la città diversamente”

FoggiaToday è in caricamento