rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022

La politica torna in Comune e i commissari cambiano registro: “Confronto positivo e proficuo”

Partiti e movimenti di Foggia hanno accolto l'invito a Palazzo di Città. L'incontro è durato più di tre ore. Sono stati affrontati, tra gli altri, i temi della sicurezza, della manutenzione stradale e del Pnrr

La politica torna a Palazzo di Città, almeno per tre ore. Alle 15 in punto i partiti sono entrati in Comune, convocati dalla commissaria straordinaria Marilisa Magno, che ha anche accordato alla stampa foto e riprese di rito, prima dell'incontro a porte chiuse.

Nella sala consiliare si contavano 24 partecipanti, al massimo due esponenti per forza politica. Nei banchi della giunta era schierata la commissione al completo, con Rachele Grandolfo e Sebastiano Giangrande accanto alla prima arrivata in Corso Garibaldi. Sono stati programmati due giri di interventi, comprese le osservazioni dopo la relazione della commissaria Magno, seguendo l'ordine alfabetico dei partiti. Dopo alcuni mesi, la commissione che gestisce il Comune di Foggia ha ravvisato le condizioni per una consultazione delle forze politiche.

I politici sono usciti solo dopo le 18.30. Lo hanno definito tutti un confronto sereno, proficuo, positivo, produttivo, un incontro apprezzato molto dai partiti, con la speranza che, come convenuto, sia solo il primo.

I partecipanti

Hanno partecipato il segretario provinciale di Articolo Uno Gianluca Ruotolo; il commissario provinciale di Forza Italia ed ex consigliere comunale Raffaele Di Mauro; il referente provinciale di Fratelli d'Italia Giandonato La Salandra e il commissario cittadino Mario Giampietro; la coordinatrice provinciale di Italia Viva Rosa Cicolella con Lorenzo Frattarolo; il consigliere regionale della Lega Joseph Splendido e il segretario cittadino Antonio Vigiano; l'assessora regionale M5S Rosa Barone e il deputato Giorgio Lovecchio; il segretario cittadino del Pd Davide Emanuele con Pasquale Dell'Aquila, ex capogruppo in Consiglio comunale all'opposizione; Fabrizio Cangelli, segretario provinciale dei Verdi; il segretario provinciale di Sinistra Italiana Mario Nobile e Regina Barile; Gianni De Rosa, segretario cittadino di Italia in Comune; Simona Roselli e Massimo Cristino dell'Udc; Mino Di Chiara e Gino Imperio del Psi; Roberta Tosches e Ruggiero D’Acunio di Azione con Calenda; il coordinatore provinciale di Italexit Marcello Mariella.

I temi

Ciascuno ha avuto l'opportunità di dire la sua. Azione di Calenda ha posto, tra le altre, le questioni della videosorveglianza e sicurezza, della manutenzione delle strade e dell’edilizia scolastica. I Verdi hanno focalizzato il loro intervento sul canile, la manutenzione di parchi come Pantanella e delle aree verdi, lo stato dell’arte dei Campi Diomedei, il piano dei rifiuti e la raccolta differenziata. Forza Italia ha introdotto l'annoso tema della sosta tariffata e Italia in Comune, a tal proposito, ha proposto di tornare al ‘modello Mazzamurro’.

Fratelli d’Italia, in materia di sicurezza urbana, si è concentrato sull’implementazione della videosorveglianza, proprio quella che fece salire il partito agli onori (o meglio, disonori) delle cronache con una sua ex esponente. È saltata fuori anche l’emergenza Ucraina: è stato chiesto se il Comune di Foggia avesse predisposto un piano di accoglienza. Sempre i meloniani hanno chiesto cosa si intenda fare per il trasporto pubblico locale e hanno sollecitato una rivisitazione degli accordi con Amiu. Che fine abbia fatto il Pug è stata una domanda ricorrente, e l’ha posta anche la Lega. I salviniani, poi, hanno cercato di comprendere meglio la scelta di attingere dalle graduatorie di altri enti per le assunzioni. Articolo Uno ha chiesto quale fosse il destino del trasporto pubblico locale, di Amiu e Amgas. Ha proposto anche un tavolo largo sulle politiche sociali. Pd e Sinistra Italiana hanno insistito sulla necessità di instaurare un dialogo con la città. Il Partito Democratico ha suggerito un percorso condiviso tra commissari, partiti, associazioni e forze sane della città per la rinascita di Foggia. L’Udc ha insistito sui controlli della polizia municipale e sulle scuole. Il Movimento 5 Stelle ha sollecitato l’attivazione delle progettualità dei Puc che coinvolgono i percettori di reddito di cittadinanza.

La relazione della commissaria

Le criticità evidenziate dai partiti sono quelle riscontrate dalla commissione. L'ex prefetta Marilisa Magno ha ribadito che la commissione opera con gli atti, ma questa volta non si è limitata a riferire che parlano le carte. Nella sula relazione ha illustrato i progetti e le azioni fin qui messi in campo. La corsa all’incremento del personale è stata una strada obbligata, considerata la carenza di organico. In tema di sicurezza urbana, la videosorveglianza è stata attenzionata immediatamente e la prima ricognizione ha restituito una dotazione di 500 telecamere, motivo per cui il Comune ha cercato di accedere a finanziamenti, con 900mila dal ministero per ulteriori telecamere.

Ha elencato i progetti presentati a valere anche sulle risorse del Pnrr: per sommi capi, 5 per le strade, altrettanti dell’Amiu, i lavori di recupero al Cep e al Rione Martucci, il nuovo canile e lo stadio. Così come riferito dai partecipanti, i commissari non hanno trovato un regolamento per l’affidamento della gestione degli impianti sportivi e per lo stadio. Per la pubblica illuminazione si ricorrerà verosimilmente a Consip. Il caso del progetto per il Quartiere Ferrovia sarebbe emblematico anche per la risoluzione di alcune specificità. Si è parlato di tre dirigenti da assumere (avvocatura compresa) e altri funzionari. Sarà rinnovata la partecipazione in Amiu, rivedendo il contratto di servizio. I lavori dei Campi Diomedei sono ancora al 50%, fermi per un intervento della Soprintendenza. Per quanto riguarda l’Orbitale, invece, i lavori stanno procedendo, ma è stata rilevata una interferenza di natura archeologica e idraulica. Sulla sosta tariffata, la commissaria avrebbe riferito che le conclusioni sono frutto di valutazioni tecniche già operate prima del loro arrivo. 

(Nel video Davide Emanuele, segretario cittadino del Pd; Mario Nobile, segretario provinciale di Sinistra Italiana; Rosa Cicolella, coordinatrice di Italia Viva; l'assessora regionale M5S Rosa Barone; Simona Roselli, commissaria cittadina Udc; Antonio Vigiano, segretario cittadino della Lega; Mario Giampietro, commissario cittadino Fratelli d'Italia; Raffaele Di Mauro, commissario provinciale Forza Italia). 

IMG_9322-2

Video popolari

La politica torna in Comune e i commissari cambiano registro: “Confronto positivo e proficuo”

FoggiaToday è in caricamento