Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

Ataf, Buonarota non diserta la conferenza: “Assente per un problema tecnico”

Il capogruppo di ‘Lavoro e Libertà’ spiega il motivo della sua assenza e attacca la maggioranza: “Anche per loro problemi del server di posta?

Luigi Buonarota assente giustificato alla conferenza dei capigruppo sulla vertenza Ataf che in tanti questa mattina hanno disertato. Il capogruppo in Consiglio comunale di ‘Lavoro e Libertà’ non era a conoscenza della riunione.

Il consigliere comunale di minoranza specifica così il motivo della sua assenza: “Mi sono candidato al Consiglio Comunale per dare il mio contributo alla soluzione dei problemi della mia città. Tra questi problemi uno dei più urgenti da risolvere è la questione dell’azienda di trasporto Ataf. È stato, quindi, con grande rammarico che ho scoperto di non essere a conoscenza della conferenza dei capigruppo, convocata per questa mattina, proprio per discutere dell’inserimento della urgente questione Ataf all’Ordine del giorno dei lavori del Consiglio Comunale. Ho chiesto ai funzionari della Presidenza del Consiglio il perché della mancata convocazione, che invece è stata effettuata regolarmente. Evidentemente si è trattato di un problema legato al mio server di posta elettronica. Un problema tecnico, quindi, e non disinteresse o sciatteria mi ha impedito di essere presente alla riunione, andata poi deserta.

Spiegato il motivo, Buonarota passa all’attacco: “Quello che mi stupisce, e per certi versi mi indigna, è che tutti i capigruppo di maggioranza erano assenti. Anche per loro problemi del server di posta? Di certo il Consiglio Comunale deve occuparsi dell’Ataf. Ma il disinteresse della maggioranza impedirà che la massima Assemblea cittadina possa intervenire prima dello sciopero proclamato per il prossimo 22 gennaio. Evidentemente dai banchi di maggioranza si vuole coprire il Consiglio di Amministrazione dell’Ataf, che opera con il pieno appoggio del sindaco Landella, evitando che la pentola Ataf venga scoperchiata in pubblico”

Conclude il capogruppo di ‘Lavoro e Libertà’: “È un atteggiamento gravissimo, e chiedo quindi al presidente Miranda di convocare il Consiglio in seduta urgente e straordinaria, in tempo utile per poter adottare  ogni iniziativa atta ad evitare lo sciopero. I dipendenti dell’azienda hanno il diritto che l’Aula consiliare dibatta i problemi di una società a capitale interamente pubblico, e nel contempo si deve evitare – se possibile – ogni possibile disservizio ai cittadini utenti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ataf, Buonarota non diserta la conferenza: “Assente per un problema tecnico”

FoggiaToday è in caricamento