Politica

Maggioranza frantumata al Comune di Foggia, spunta un altro gruppo consiliare: "Insoddisfatti del comportamento di Landella"

Danilo Maffei e Amato Negro danno vita a 'Impegno per Foggia'. Un ulteriore fronte si apre per il primo cittadino già alle prese con l'affaire Bruno Longo e la rottura, "ormai insanabile", con il presidente del consiglio Iaccarino

Eletti in due civiche, si fanno il loro gruppo consiliare per poter esserci. Danilo Maffei (Foggia Vince) e Amato Negro (DestinAzione Comune), due anonimi sino ad oggi della compagine di maggioranza, provano ad esistere con ‘Impegno per Foggia’. E’ il nome del loro nuovo gruppo consiliare e quello con cui tenteranno di entrare nelle sfera decisionale partecipando alle riunioni dei capigruppo e, non passerà molto, tentando la scalata in quella dell’esecutivo. D’altronde, il tempo è clemente: la vigilia delle elezioni, con un binomio Landella-Di Donna in pole, può essere foriero di grandi novità. “Siamo parte integrante della coalizione di centrodestra e quindi della maggioranza – esordiscono, per mettere un punto fermo- avendo sostenuto il programma del sindaco Landella e confermiamo ancora una volta di sostenere quella idea per immutato convincimento, oltre che per ragioni di coerenza nei confronti dei nostri elettori”.

Premesso questo, fanno subito capire come il ‘solipsismo’ di Landella, l’accentramento a cui il sindaco ha abiutato l’aula, ai due non vada giù. Nonostante proprio a Maffei sia stata conferita a suo tempo una delega consiliare (che scrivemmo subito rappresentavano un pannicello vuoto).  “Il nostro gruppo nasce dall’esigenza di voler contribuire all’indirizzo e controllo politico-amministrativo, al raggiungimento del tanto auspicato miglioramento della nostra città, anche attraverso una maggiore dinamicità dell’azione politica e dell’impegno costante nel cercare di portare a termine gli obiettivi programmatici. Per tale ragione, il nostro mandato non può esaurirsi esclusivamente nell’aula del consiglio comunale, né tanto meno risolversi in una mera partecipazione passiva alle azioni di governo” scrivono.

“Noi rappresentiamo gli interessi della nostra città ed abbiamo diritto ed obbligo di intervenire nella vita politica-amministrativa della stessa”. Pertanto “all’amico Franco Landella suggeriamo di ricercare un confronto con tutti i consiglieri di maggioranza almeno per ciò che attiene ai temi più sentiti e rilevanti per la nostra Città, non da ultimo quello pertinente alle scelte di natura meramente politica che, evidentemente, possono influenzare (se non determinare) l’andamento dell’amministrazione della Città. Sarebbe auspicabile che l’amico Franco Landella instaurasse un filo “diretto e costante” con tutta la compagine del centro-destra, e non solo con la rappresentanza del suo esecutivo, al fine di prevenire ed evitare ulteriori disgregazioni”.

Un altro gruppo consiliare dunque. Non tira buona aria in consiglio comunale, dalle parti della maggioranza Landella. Diversi i fronti ormai apertissimi: da quello con Bruno Longo, che veleggia verso Fratelli d'Italia, alla rottura sul Consorzio Asi con Leonardo Iaccarino, ai mal di pancia nei confronti di una Lega sovra-rappresentata nell'esecutivo e per di più da un assessore, quello alle Politiche Sociali, che sarebbe giudicata assolutamente insoddisfacente (anche per Landella). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maggioranza frantumata al Comune di Foggia, spunta un altro gruppo consiliare: "Insoddisfatti del comportamento di Landella"

FoggiaToday è in caricamento