Comunali Foggia 2023

Mainiero pronto a presentare mezza Giunta alla città: “Sfido i miei avversari a fare lo stesso”

In caso di ballottaggio promette di fare i nomi dell'intera squadra. E il consigliere regionale Tutolo spinge il voto disgiunto

Nel prossimo comizio, il candidato sindaco Giuseppe Mainiero farà i nomi dei primi quattro assessori che nominerà qualora i cittadini decidessero di dargli fiducia. Lo ha annunciato nell’ultima diretta sui social in compagnia del consigliere regionale lucerino Antonio Tutolo, candidato in una delle sue due liste (Giuseppe Mainiero sindaco).

“Penso che sia un bel segnale di novità per questa città”, ha detto, con l’intenzione di spazzare via la “coltre d’ipocrisia”. Gli assessori “saranno posti al vostro giudizio elettorale, perché voterete un sindaco e gli assessori ai quali chiederò un sacrificio anche economico, perché quello a cui dovranno rinunciare sarà molto di più rispetto a quello che prenderanno. Saranno dei professionisti che non hanno bisogno di fare gli assessori per vivere e sbarcare il lunario”.

Domenica 15 ottobre, alle 19, nell’isola pedonale di corso Vittorio Emanuele, svelerà i nomi di quattro uomini e donne della sua squadra. In caso di ballottaggio, a partire dal giorno successivo al primo turno, è pronto a presentare l’intera Giunta agli elettori: “Sfido i miei avversari a fare lo stesso”, è l’ultima provocazione di Mainiero.

“Dovete pretendere la squadra che governerà questa città: come saranno gestiti e da chi i servizi sociali, la sicurezza, lo sport, la cultura, l’urbanistica, il tema dei temi di questa città negli ultimi 20 anni”, ha detto rivolgendosi ai foggiani. Il nome dell’assessore all’Urbanistica lo farò soltanto se gli elettori lo manderanno al ballottaggio. “Il futuro di questa città dipende dalla programmazione – osserva - e quindi anche dal Piano Urbanistico Generale”.

La campagna elettorale del duo Mainiero-Tutolo, ormai collaudato, prosegue con quotidiani comizi di quartiere e dirette, sempre con "strumenti artigianali".

L’ex sindaco di Lucera, forse agitando uno spauracchio per gli avversari, consiglia il voto disgiunto per uscire dagli imbarazzi con parenti e amici: “Quando viene un vostro parente a chiedervi il voto e non riuscite a dirgli di no, sappiate che si può fare il voto disgiunto, cioè, potete votare lui, ma votare il candidato sindaco Mainiero, per esempio. È importantissimo questo aspetto”. E tranquillizza: “Non hanno modo di controllare. Quelli che vengono a chiedervi qual è la sezione dove votate, esercitano soltanto una forma di pressione psicologica, ma non funziona”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mainiero pronto a presentare mezza Giunta alla città: “Sfido i miei avversari a fare lo stesso”
FoggiaToday è in caricamento