menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Michele Di Pumpo e Matteo Lombardi

"Il sindaco è incompatibile". A Cagnano le opposizioni vanno in Procura: "Di Pumpo ha un giudizio civile pendente"

A sollevare il caso è il gruppo consiliare Civica Cagnanese, composto dai consiglieri eletti della lista che sosteneva l'ex sindaco Claudio Costanzucci. In base al Tuel il nuovo primo cittadino non potrebbe ricoprire quella carica

"Il nuovo sindaco Michele Di Pumpo è incompatibile con la carica di primo cittadino". A sollevare il caso a Cagnano Varano è il gruppo Civica Cagnanese, all'opposizione. Il capogruppo Matteo Lombardi ha presentato una mozione in Consiglio comunale. 


"Secondo quelle che sono le nostre considerazioni, l'incompatibilità è motivata dall'articolo 63 del Testo Unico degli Enti Locali". Il consigliere comunale, eletto nella lista che sosteneva l'ex sindaco Claudio Costanzucci, spiega come, ad oggi, Di Pumpo abbia un giudizio civile pendente dinanzi al Tribunale ordinario di Foggia e, in base all'articolo 63, non possa 'ricoprire la carica di sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale o circoscrizionale colui che ha lite pendente in quanto parte di un procedimento civile o amministrativo rispettivamente con il Comune o la Provincia’. "Inoltre, l'articolo 68 sempre del Tuel recita che 'le cause di incompatibilità sia che esistano al momento dell’elezione sia che sopraggiungano ad esse, importano la decadenza delle già menzionate cariche'. Abbiamo sottoposto al Consiglio questa mozione – conclude Lombardi - e contestualmente chiesto al segretario comunale di verbalizzare quanto detto e inviare il verbale di questa mozione alla prefettura e alla procura della Repubblica.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Proprietà e benefici delle fave

Attualità

O la si salva o la si uccide

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento