Comitato cittadino P.U.G.iusto contro l’approvazione del Piano Urbanistico Generale

Il Comitato esprime dubbi rispetto a tale comportamento e non può che pensare che più che un Piano Urbanistico dei cittadini e della città questo è un piano appartenente al Comune e ai suoi interessi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Il Comitato cittadino denominato P.U.G.iusto è stato costituito al fine di rappresentare e difendere le legittime aspettative sorte in capo ai proprietari di suoli ricadenti nel Piano Urbanistico Generale, adottato in data 11.11.2008. Infatti ricordiamo che il P.U.G. della nostra città è stato rielaborato rispetto alla sua adozione. La rielaborazione e le modifiche apportate hanno stravolto lo strumento urbanistico incidendo negativamente sui cittadini proprietari di aree private prima inserite nel P.U.G. adottato e poi estromesse.

In data 1 agosto 2014, il Comitato inviava al Sindaco eletto una diffida nell'approvazione del P.U.G., prospettando ipotesi di illegittimità, tra le quali: l'omessa ripubblicazione del P.U.G. rielaborato; la lesione delle aspettative legittime dei proprietari di aree ricadenti nel P.U.G. adottato ed estromessi a seguito della rielaborazione; il mancato rispetto delle linee guida di cui al D.R.A.G.; la mancata applicazione del meccanismo della perequazione secondo quanto stabilito dalla legge; le compravendite di suoli, ricadenti nel P.U.G. adottato, ed estromessi, a seguito della rielaborazione, avvenute sulla base di certificati urbanistici rilasciati dal Comune; l' apposizione di vincoli nella fase di rielaborazione del Piano; gli esborsi effettuati per la rideterminazione del valore dei terreni ricadenti nel P.U.G. adottato ed estromessi a seguito della rielaborazione; il ricevimento di avvisi di accertamento da parte dell'Agenzia delle Entrate relativi alla rettifica dei valori delle aree ricadenti nel P.U.G. adottato ed estromessi a seguito della rielaborazione; ecc..

Il Comitato evidenziava che lo stravolgimento del Piano adottato conseguente alla sua rielaborazione, incidendo concretamente sulle scelte pianificatorie della città, sulla destinazione impressa ai suoli e su tutti gli altri specifici dati qualificanti un Piano Urbanistico Generale, richiede la ri-pubblicazione del medesimo.

Insomma, con la ri-pubblicazione, la rielaborazione del P.U.G. sarebbe venuta in conoscenza di tutti i cittadini che avrebbero potuto presentare le loro osservazioni. Nel contempo si richiedeva di poter interloquire con l'Amministrazione medesima circa le problematiche sollevate, al fine di una bonaria collaborazione tra la P.A. ed i portatori di interessi locali.

Tuttavia, ad oggi, nessun cenno circa la possibilità di dialogo con l'Amministrazione è mai pervenuta al Comitato. Eppure il Piano Urbanistico di una Città è uno strumento a forte rilevanza partecipativa; ma ciò pare non valere per i cittadini sanseveresi.

Ci si chiede: come mai non è possibile interloquire con l'Amministrazione? Si cela forse qualcosa, dietro il non voler affrontare tali argomenti? Oppure è solo mancanza di tempo del primo cittadino? Il Comitato esprime dubbi rispetto a tale comportamento e non può che pensare che più che un Piano Urbanistico dei cittadini e della città questo è un piano appartenente al Comune e ai suoi interessi.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento