Cittadinanza onoraria per Liliana Segre: il Consiglio comunale di Torremaggiore unanime sulla Senatrice

E' quanto deliberato ieri sera, in contemporanea con la marcia dei sindaci a Milano. Ferrucci: "Voto unanime su una mozione promossa da associazione culturali, civili, politiche e sindacali di Torremaggiore"

Liliana Segre

Cittadinanza onoraria del comune di Torremaggiore per Liliana Segre. È quanto deliberato, ieri sera, in contemporanea con la marcia dei sindaci, dal Consiglio comunale di Torremaggiore.

La Capitanata 'snobba' Liliana Segre, nessun sindaco alla marcia di Milano. Lucera 'salva la faccia': "Cittadinanza onoraria"

L'assise, fa sapere il presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Ferrucci, "ha attributo la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre con voto unanime su una mozione promossa da associazione culturali, civili, politiche e sindacali di Torremaggiore fatta propria da tutti i gruppi consiliari rappresentati in Consiglio senza nessuna esclusione.

"Con questo importante riconoscimento anche noi della città di Torremaggiore siamo stati presenti simbolicamente alla marcia della solidarietà in favore della senatrice Segre, avvenuta in maniera corale da parte di 600 sindaci accorsi da tutt’Italia a Milano, contro i messaggi di odio razziale, insulti e minacce da Lei ricevuti", puntualizza il sindaco Emilio DI Pumpo.

"L’atto di conferimento della cittadinanza onoraria, che ha ricevuto adesioni in modo spontaneo e unanime da parte del mondo istituzionale e associativo di Torremaggiore, ha voluto esprimere due importanti concetti: riconoscenza e gratitudine per la testimonianza limpida e instancabile della senatrice Segre a favore dei valori e dei principi della Costituzione Italiana; conferma delle solide tradizioni democratiche e antifasciste della Comunità di Torremaggiore, impegnata da sempre nella difesa dei valori universali della Pace, della Libertà, del diritto al Lavoro, del rispetto verso le alterità e a tutela del valore della Memoria".

Un'altra proposta di cittadinanza onoraria per la senatrice Segre è stata avanzata dal sindaco di Lucera, Antonio Tutolo. La senatrice Segre è nata a Milano il 10 settembre 1930. Rimase vittima delle leggi razziali fasciste, in quanto ebrea. Dopo i tentativi di fuga con la famiglia finisce insieme ai suoi cari nei campi di sterminio. Deportata a 14 anni nel campo di concentramento di Auschwitz, sopravvive ed è la memoria storica della pagina più buia della storia europea. Recentemente è stata vittima di insulti razzisti (fino a 200 al giorno) che hanno indignato l'opinione pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: morto 36enne di Cerignola, fatale lo scontro tra auto e camion

  • San Severo come 'Gomorra': la pantera forse fuggita dalla residenza di un boss, si teme fuga verso altri comuni

  • La 'caccia' alla pantera si sposta sul Gargano: avvistamenti, in arrivo altri specialisti (trappole farcite e 'Predator')

  • Marito e moglie di Foggia fermati in stazione dalla Polfer: nel portafogli di lui c'erano due 'chèque' ambigui

  • Scoperto lo stratagemma di un direttore delle Poste del Foggiano: così avrebbe incassato i profitti degli investimenti dei clienti

  • Pierpaolo non ce l'ha fatta, è morto dopo una battaglia contro un tumore al sangue: "Straziante momento per tutti"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento