Ipermercati e farmacie dei centri commerciali aperti nei week-end. Mainiero corregge Landella: "Almeno saper leggere"

Il sindaco sbaglia l'interpretazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri. Penna rossa dell'ex candidato di Foggia in Testa: "Almeno saper leggere"

"La chiusura nel fine settimana riguarda solo le strutture commerciali medie e grandi non alimentari". L'ex candidato sindaco di Foggia in Testa, con la penna rossa in mano, Giuseppe Mainiero scova l'errore nel videomessaggio del primo cittadino Franco Landella, pubblicato martedì sera. Annunciando la sospensione temporanea dei mercati rionali nell'ambito delle misure precauzionali per la prevenzione della diffusione del contagio da Covid-19, il sindaco aveva aggiunto una precisazione: "Le medie e grandi strutture, così come disposto dal Dpcm, dovranno restare chiuse il sabato e la domenica. Le medie strutture normalmente sono i supermercati superiori ai 250 metri quadrati, ma ci sono anche piccoli supermercati inferiori a questa misura che sono definiti esercizi di vicinato. Troverete aperti questi piccoli supermercati, dove potrete acquistare la merce di prima necessità".

Lo corregge Mainiero che lo invita a registrare un altro video per divulgare l'interpretazione autentica della disposizione e non ingenerare confusione, alla luce di tutte le telefonate che lui stesso a ricevuto: "Il Dpcm esclude dall'obbligo di chiusura nel weekend gli esercizi alimentari (food) proprio per evitare le calche ai supermercati. E soprattutto sono le medie e grandi strutture che possono garantire le distanze minime ed hanno una organizzazione che è responsabile del rispetto delle prescrizioni. Almeno saper leggere".

Nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri datato 8 marzo, all'art.1 esteso a tutta Italia con successivo provvedimento, è chiaramente esplicitato che "la chiusura  non  è disposta  per  farmacie,  parafarmacie  e  punti  vendita  di  generi alimentari, il cui  gestore  è chiamato  a  garantire  comunque il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di  un  metro". Le prescrizioni relative alle attività commerciali prevedono, inoltre, l'accesso con modalità contingentate o comunque idonee a evitare assembramenti di persone.

I centri commerciali Mongolfiera e GrandApulia hanno già annunciato che fino al 3 aprile nei giorni festivi e prefestivi l'apertura sarà limitata all'ipermercato e alla farmacia e i restanti negozi delle gallerie saranno chiusi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento