Cerignola, Tatarella a Casarella: “Fli vittorioso a tre ballottaggi, Pdl a uno grazie a Fli”

Stoccata di Fabrizio Tatarella a Gianvito Casarella, quest'ultimo accusato di aver esultato per la vittoria del Pd A Orta Nova. Tatarella a Casarella: "A Orta Nova Fli dallo 0 al 7%, il Pdl dal 20 all'8%"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Pubblichiamo la stoccata di Fabrizio Tatarella a Gianvito Casarella:

"La storia della comicità avrebbe una seria lacuna se non esistesse Gianvito Casarella, consigliere comunale del Pdl di Cerignola e valente giornalista. Purtroppo il nostro non ci delizia più via web con lo splendido “Un caffè con…Casarella”, che sembrava ispirato a Gaspare Pisciotta e all’Ucciardone, visto che più che una degustazione di caffè vi si svolgeva uno sfrenato spargimento di veleni assortiti, spesso rivolti  all’attuale Sindaco contro il quale tramava ostacolandone la candidatura, ma al momento giusto Gianvito non manca mai.  Mentre Fli partecipava a 4 ballottaggi su 4, vincendone 3, e nel PdL, che vinceva solo a San Giovanni grazie a Fli, nessuno commentava la sconfitta berlusconiana in Capitanata, è venuto fuori nel post-ballottaggi per esprimere la propria soddisfazione per la vittoria del Pd ad Ortanova.  Lo so, in linea teorica lui sarebbe di centrodestra, ma è più forte la soddisfazione di avere visto “sconfitti”, secondo lui, gli odiati rivali di Futuro e Libertà, anzi i “congiurati” (sospettiamo che il testo di formazione politica di Casarella sia il libretto dell’Ernani di Verdi). Il fine umorista ha colto l’occasione per unire il proprio all’appello dei quattro consiglieri del Pdl che, in pieno contrasto con le prerogative del Sindaco Giannatempo, e, di fatto, paralizzando l’azione amministrativa, vogliono l’estromissione di Pece dalla Giunta di Cerignola. Vista l’amara sorte toccata ai personaggi che il nostro ha via via appoggiato nella sua fulgida carriera politica, tutti sconfitti, c’è il serio rischio che Pece resti assessore a vita. Per il resto non possiamo che ringraziarlo per la pubblicità gratuita e l’attenzione maniacale ed ossessiva che riserva, da mesi, a un partito da poco nato, che evidentemente teme molto, e che a Orta Nova è passato dallo 0% al 7,1% mentre il Pdl è sceso dal 30% all’8%, perdendo oltre venti punti e rimanendo fuori dal ballottaggio".

 

Torna su
FoggiaToday è in caricamento