Cerignola sciolta per mafia, il Ministro Boccia plaude al Viminale: "Il Governo sulla criminalità non darà scampo"

Il ministro pugliese sul provvedimento deliberato ieri dal Cdm. "Ora tocca alla parte sana della città, che ha una storia straordinaria, avere la forza e la capacità di rialzarsi"

"Questa è l’antimafia dei fatti. La ministra Lamorgese e gli apparati dello Stato che hanno lavorato sul dossier che ha portato allo scioglimento del comune di Cerignola hanno fatto un ottimo lavoro. Ora tocca alla parte sana della città, che ha una storia straordinaria, avere la forza e la capacità di rialzarsi. Il governo e le istituzioni, attraverso i commissari, saranno vicini alla città e a tutti i cittadini di Cerignola". Così il Ministro per gli affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, sulla deliberazione ieri del Consiglio dei Ministri che ha disposto lo scioglimento del Comune di Cerignola e il commissariamento dell'ente ofantino per 18 mesi.

Metta: "Arrendersi? Che parola è, non la conosco"

Cerignola, i perchè dello scioglimento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

Torna su
FoggiaToday è in caricamento