Politica

Telesforo si prende (anche) il 'Palmisano': il centro per anziani del Comune di Foggia va al privato, partita da 130mila euro

Concluse le operazioni di gara ed aggiudicata la gestione del servizio per i prossimi 12 mesi alla cooperativa sociale 'Sanità Più'. Due le concorrenti. Telesforo vince per qualità dell'offerta tecnica. Consiglieri: "Bypassata la politica"

Sarà il Gruppo Telesforo a gestire per i prossimi 12 mesi il centro comunale per anziani “Nicola Palmisano”. Ad aggiudicarsi il servizio, infatti, è stata la cooperativa sociale ‘Sanità Più’ presieduta da Luca Vigilante. La commissione di gara - composta dal dirigente ai Servizi sociali, Carlo Dicesare (presidente), e dalle funzionarie Giovanna Damato e Maria Rosaria Bianchi – ha concluso le operazioni lo scorso 12 dicembre, rimettendo il tutto all’ufficio Contratti e Appalti, che ha deliberato la presa d’atto dei verbali.

La partita vale 150mila euro. ‘Sanità più’ ha vinto con un ribasso sull’importo a base d’asta del 2,5% (138.900,00 al netto dell’Iva). Due soltanto le cooperative che hanno partecipato al bando indetto dal Comune di Foggia all’indomani della sospensione del servizio comunale per anziani (anche per effetto dell’inchiesta condotta da Foggiatoday sui vizi negli affidamenti): ‘Sanità Più’, appunto, e il Consorzio Opus - Opere Pugliesi di Utilità Sociale. ‘Sanità più’ ha vinto con un punteggio totale di 81,71, nonostante il ribasso economico del 2,5% fosse inferiore a quello di Opus, fissato al 3,1%. A fare il resto ci ha pensato, però, la proposta tecnica: con 63,75 punti la Commissione ha preferito quella di Telesforo, portandola ad un 81,71 totale, contro i 76 punti finali di Opus (ferma a 56 punti sulla valutazione tecnica).

Inizia così l’era della gestione privata in via Pestalozzi. Secondo il dirigente Dicesare si darà in questa maniera “un servizio più efficace ed efficiente”. Il Gruppo Telesforo, invece, allarga la sua sfera d’azione in città, confermandosi primo player sulla piazza.


La decisione di esternalizzare la gestione del centro per anziani (sottraendolo così agli affidamenti diretti che l’assessorato ai Servizi sociali di volta in volta firmava con la singola cooperativa) non è tuttavia stata indolore per la politica: diversi i consiglieri di maggioranza che son saliti sulle barricate, espropriati – a loro dire- di una decisione che era appannaggio del consiglio comunale, da cui sarebbe dovuto partire l’indirizzo politico.

Bruno LongoLuigi Fusco, Massimiliano di Fonso e Alfonso Fiore sottoscrissero un’interpellanza di fuoco contro Dicesare, invitando Landella a prendere provvedimenti. Interpellanza evidentemente caduta nel vuoto se è vero che, al netto dei mal di pancia dei consiglieri, l’operazione si è conclusa senza scossoni di sorta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telesforo si prende (anche) il 'Palmisano': il centro per anziani del Comune di Foggia va al privato, partita da 130mila euro

FoggiaToday è in caricamento