L'ex assessore accusa: "Contro di me campagna persecutoria", ma non entra nel merito dei fatti svelati da Foggiatoday

Le precisazioni di Erminia Roberto si limitano ad accusare la stampa circa una fantomatica campagna persecutoria. Nessuna spiegazione di merito. Resta la disponibilità della testata ad ascoltarla

In riferimento agli articoli pubblicati da Foggia Today negli ultimi giorni, Erminia Roberto, consigliere comunale di Fratelli d'Italia, precisa quanto segue: "La campagna denigratoria e persecutoria nei miei confronti, inerente la mia precedente esperienza di assessore alle Politiche sociali del Comune di Foggia, continua al punto che tutta la documentazione relativa agli atti prodotti e agli articoli che continuano a ledere la mia dignità e onorabilità sono al vaglio del mio legale, perché da tempo ormai si è varcato il limite del legittimo diritto di cronaca e di critica, senza  mai alcun contraddittorio. 

Per quanto riguarda le ultime deliranti accuse stavolta arrivate da una ex dipendente, invito chiunque a recarsi alla struttura per anziani di via Pestalozzi e verificare sia le attività che il gradimento dell'utenza.

Mi spiace dover constatare che si è dato spazio a vere e proprie illazioni senza ritenere di ascoltare, prima di tutti, gli utenti dei servizi, i soli che possano fornire una reale risposta sulla qualità o meno degli stessi."

Queste le uniche dichiarazioni dell’ex assessore, che si limita a dichiararsi “perseguitata” ma non entra nel merito delle questioni sollevate sul Centro Palmisano da Foggiatoday (rispetto alle quali lo stesso neo dirigente del settore Politiche Sociali, Carlo Dicesare, ha avanzato profili di illegittimità degli atti sospendendo il servizio); Roberto non entra nel merito né attraverso questa nota stampa né rispondendo alle sollecitazioni del direttore di questa testata a fornire la sua versione dei fatti.

Giova ricordare che “le ultime deliranti accuse arrivate da una ex dipendente” sono agli atti dell’ente Comune, con cifre e descrizioni puntigliose dell’andamento del servizio sottoscritte dalla sig. Lucia Marcone, referente del centro Palmisano fino al giugno 2019, che questa testata ha potuto visionare.

Giova altresì ricordare il lavoro/dovere di “informazione” e non già di “persecuzione” che ha espletato e continuerà ad espletare questa testata giornalistica, teso a raccontare i fatti nel rispetto delle regole deontologiche.  Lamentare fantomatiche persecuzioni senza entrare nel merito lascia il tempo che trova. Ribadiamo alla signora Roberto la disponibilità di questa testata ad accogliere nel merito della vicenda le sua versione dei fatti, così come hanno fatto altri soggetti interessati, prontamente pubblicati (le precisazioni di Leonardo Luviso, le precisazioni della Sole Azzurro).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Blitz antidroga nell'alto Tavoliere: una dozzina di arresti e perquisizioni nell'operazione 'Jolly'

Torna su
FoggiaToday è in caricamento