Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica Rione dei Preti / Viale Candelaro

Uno striscione per Mongelli: “Il Comune non abbandoni operatori e disabili”

E' stato affisso davanti al centro diurno per disabili psicosensoriali. "Da circa dieci mesi il Comune non paga gli stipendi e il debito ha raggiunto i 180mila euro"

"Il Comune non abbandoni operatori e disabili". È lo striscione che Impavidi Destini, il gruppo diversamente abili di CasaPound Italia, ha affisso a Foggia, all’entrata del centro diurno per disabili psicosensoriali, “messo a rischio dalle inadempienze dell'amministrazione”. La struttura è frequentata quotidianamente da 32 pazienti ed è gestita con professionalità dalla cooperativa “Sorriso più”, “ma da circa dieci mesi il Comune non paga gli stipendi e il debito ha raggiunto i 180mila euro”.

"Il centro – spiega Vitostefano Ladisa, responsabile nazionale di Impavidi destini - è l’unica struttura a Foggia a curare questo tipo di problemi ed è quindi fondamentale per i ragazzi e le loro famiglie. Ma, in tempi di crisi come questi, per il territorio rappresenta anche un altro valore aggiunto: garantisce posti di lavoro”. “È impensabile – prosegue Ladisa - che a pagare i costi della mala gestione del territorio siano i servizi sociali, il personale medico e i pazienti”

Impavidi Destini chiede all’amministrazione Mongelli un’immediata soluzione, auspicando il coinvolgimento nel progetto della facoltà di Medicina e del Policlinico, al fine di non vanificare i sacrifici della cooperativa ‘Sorriso più’, che finora è andata oltre i propri impegni contrattuali, anticipando gli stipendi dei dipendenti e investendo nella loro formazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno striscione per Mongelli: “Il Comune non abbandoni operatori e disabili”

FoggiaToday è in caricamento