L’on. Marinacci e il nuovo CDU di San Nicandro amareggiati ma fedeli al centrodestra

Il Nuovo CDU, nella riunione di San Nicandro Garganico, alla presenza dell’on. Nicandro Marinacci, ha ribadito, nonostante ai suoi uomini non sia stata riconosciuta la giusta visibilità, fedeltà al centrodestra

Nicandro Marinacci

Ieri sera nella sezione del nuovo CDU (gremitissima di iscritti e simpatizzanti, uomini e donne),  si è svolta l’Assemblea  per discutere sull’Ordine del Giorno “situazione politica nazionale” per le prossime elezioni politiche del  4 marzo 2018”.  Dopo l’introduzione del segretario della Sezione, rag. Pierino Tancredi ha preso la parola l’On. Nino Marinacci che nella sua qualità di vicesegretario nazionale ha tracciato un dettagliato excursus  sulle attività svolte, a livello romano,  nella fase degli accordi nell’ambito del quarto polo  del Centrodestra. Egli ha riferito i passaggi he hanno portato alla conclusione dei lavori, dove al CDU e ai suoi i uomini  non è stata  riconosciuta la giusta visibilità che pure spettava per l’impegno profuso nella costruzione della cosiddetta  “quarta gamba”.

E’ seguito un ampio dibattito con la partecipazione di numerosi  presenti, un poco delusi perché a loro dire si è privato il cosiddetto quarto polo di un protagonista, come l’on. Marinacci, “che sicuramente avrebbe contribuito e non poco all’affermazione  di questa compagine sul territorio”. E’ stato ribadito che la porta era stretta e che il passaggio delle elezioni politiche, per una formazione nata poco più di tre anni fa, sarebbe stata difficilissima. Il tentativo di essere rappresentati nel prossimo parlamento implicava la definizione di un’alleanza elettorale, per cui la strada da percorrere  era quella di entrare , seppure con la propria autonomia, nel cosiddetto quarto polo del Centrodestra. Però, non tutto è andato per il verso giusto, in quanto il segretario nazionale, On. Mario Tassone, comunque, è candidato in Calabria, mentre altri  rappresentati del nuovo CDU  sono presenti in diversi collegi nazionali,  seppure in posizione  marginale ed a tutti vanno i nostri auguri sezionali per un loro successo che è, poi, quello dell’ intero n. C.D.U. .

Ha concluso il dibattito il segretario della sezione. Pietro Tancredi, dopo aver condiviso le idee degli astanti per le mancate aspettative prodotte tra i sostenitori del nuovo C.D.U.  e anche dalla scarsa incisività della  dirigenza romana, ha affermato che ai nastri di partenza, “con la serietà di uomini di partito che ci ha sempre contraddistinto, noi ci siamo e daremo il nostro contributo fattivo e concreto”.

Egli ha continuato affermando che “dobbiamo sostenere la nostra battaglia, non per spirito settario e personale ma perché sappiamo che un grande centrodestra deve andare oltre un accordo elettorale obbligato dai meccanismi di questa iniqua  legge. Dobbiamo guardare al futuro  che ci deve vedere  capaci di inventare la politica, radicarci soprattutto, sempre più, sul territorio per stare sempre più vicini alla gente, in uno spirito di servizio, di solidarietà cristiana e popolare nel solco e nelle  radici della Democrazia Cristiana”.

In chiusura dei lavori assembleari, sulle parole del segretario di recarsi alle urne e di votare, quindi,  compatti alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 per una grande affermazione del C.D.U. e del centrodestra, i presenti hanno suggellato l’impegno con un forte applauso votando il presente  O.d.G. all’unanimità..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento