Sul 'caso puzza', Landella scrive a Miglio: “Urge tavolo tecnico-politico”

“Sono certo che accoglierà la mia istanza, dando corso ad un’iniziativa politico-istituzionale in grado di produrre risultati e di cancellare finalmente l’insopportabile puzza serale dalle nostre città”

Il sindaco di Foggia, Franco Landella, ha inviato questa mattina al presidente della Provincia, Francesco Miglio, una richiesta formale finalizzata alla convocazione urgente di un tavolo tecnico-politico utile ad affrontare il problema legato ai miasmi che colpiscono la città capoluogo e Lucera nelle ore serali. E' il secondo appello dopo quello lanciato il 18 luglio scorso. “Questo problema, come è noto, è da tempo oggetto di polemiche e di proteste da parte della comunità foggiana ed anche dei livelli istituzionali, cui spetta il compito di elaborare soluzioni e strategie utili ed efficaci. La richiesta che ho rivolto al presidente Miglio, dunque, è da questo punto di vista un contributo alla collaborazione ed alla cooperazione istituzionale, al rafforzamento di quel dialogo che è strumento essenziale per fornire risposte alle istanze delle nostre comunità".

Aggiunge Landella: “Come sindaco di Foggia sono pronto a fare la mia parte accanto all’Amministrazione provinciale ed al Comune di Lucera, il cui primo cittadino, Antonio Tutolo, riveste peraltro contemporaneamente il delicato ruolo di delegato per l’Ambiente proprio a Palazzo Dogana. Un contributo orientato all’analisi dettagliata della questione, alla valutazione della situazione attuale e delle possibili soluzioni da mettere in campo anche sotto il profilo tecnico rispetto all’origine dei miasmi, oltre che, ovviamente, a conoscere quali siano le iniziative che l’Amministrazione provinciale intende promuovere, essendo l’Ente che detiene istituzionalmente competenze e poteri in materia ambientale. I sit-in e le proteste hanno senza dubbio una loro valenza. Ma alla politica e alle istituzioni è assegnata una responsabilità maggiore, che insieme possiamo attivare ed onorare positivamente».

Conclude Landella: “Per queste ragioni, pur non avendo il Comune di Foggia alcuna responsabilità o competenza diretta in questa vicenda, ho inteso sollecitare il presidente Miglio affinché si lavori assieme alla costruzione delle soluzioni che le nostre comunità invocano. Sono certo che il presidente della Provincia accoglierà la mia istanza, dando corso ad un’iniziativa politico-istituzionale in grado di produrre risultati e di cancellare finalmente l’insopportabile puzza serale dalle nostre città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento