Politica

Vendola si ritira dalle Primarie: “Il centrosinistra non c’è più”. Emiliano: “Incontriamoci”

Introna e De Caro mediatori della trattativa. Il governatore della Regione Puglia: "Il centrosinistra non esiste più". Emiliano: "Chiariamo con senso di responsabilità"

Sel e Nichi Vendola si ritirano dalle primarie. A 24 ore dal voto la notizia ha del clamoroso, ma l'allarme potrebbe rientrare già domani quando i partiti del centrosinistra si riuniranno attorno a un tavolo per tentare di convincere Nichi Vendola a fare un passo indietro e a ripensarci. Sul tavolo si discuterà dell’accordo tra il PD di Emiliano e l’Udc di Angelo Cera, sottoscritto senza alcuna concertazione. Il governatore della Regione Puglia è stato chiaro: "Il centrosinistra non esiste più. Il centrosinistra, in questo momento, non esiste più. Le primarie non si fanno".

Annuncio arrivato al termine del vertice di maggioranza convocato questo pomeriggio in Regione. Un incontro disertato dal segretario regionale del Partito Democratico, che in mattinata aveva apertamente attaccato il governatore, ma che nel tardo pomeriggio è tornato a farsi sentire: “A Nichi Vendola dico: incontriamoci domattina e chiariamo tutto con senso di responsabilità. Io ci sono”.

Così Introna e De Caro: “Apprendiamo con compiacimento che il tavolo del centrosinistra pugliese è auto convocato per domani alle 10. Siamo certi che prevarranno le ragioni del buon senso politico e che si potrà così riprendere speditamente il percorso delle cose da fare insieme e degli obiettivi da raggiungere nell'interesse della Puglia e dei pugliesi. Il Centrosinistra supererà questa fase momentanea e ne uscirà ancora più unito per affrontare compatto la scadenza immediata delle Primarie e quella impegnativa ma sempre esaltante delle elezioni Regionali di primavera. Per vincerle”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendola si ritira dalle Primarie: “Il centrosinistra non c’è più”. Emiliano: “Incontriamoci”

FoggiaToday è in caricamento