Mensa scolastica, è caos a Cerignola: determina non corrisponde al deliberato del Consiglio comunale

I consiglieri del gruppo Capitanata Democratica tornano sul caso che sta tenendo banco a Cerignola appellandosi direttamente al presidente dell'assise

Immagine di repertorio

Continua a tenere banco, a Cerignola, la questione della mensa scolastica. Sulla vicenda interviene il gruppo Capitanata Democratica che chiede al presidente del Consiglio comunale Leonardo Paparella di farsi garante politico della volontà del consiglio stesso. La richiesta dei consiglieri di Capitanata nasce dalla volontà di “rispettare e tutelare le decisioni prese durante l'assise comunale, organo rappresentativo di tutti i cittadini”.

Il presidente è infatti “garante della responsabilità di indirizzo, di programma, di pianificazione e di controllo dell'organo consiliare. Il suo ruolo istituzionale esige credibilità e rispetto delle regole: quanto accaduto dopo l'approvazione del nostro ordine del giorno sul "caso mensa" durante il consiglio comunale del 29 dicembre scorso potrebbe diventare un pericoloso precedente”. Il testo della determina n° 5/1 del 13/01/2016 redatta da Maria Dettori, infatti, non corrisponde, precisano da CD, al deliberato n° 69/2015 dell'assise comunale .

“Abbiamo già inoltrato una formale richiesta di correzione al dirigente -  spiegano -  in quanto la dicitura ‘che il centro di cottura non debba essere ubicato in Zona Industriale’ non collima con la nostra richiesta (‘La società partecipante [...] non deve possedere e/o utilizzare alcun centro di cottura della Zona Industriale di Cerignola, inderogabile requisito da possedere per la partecipazione al medesimo Bando di gara’). “La nostra richiesta - concludono i consiglieri di Capitanata Democratica Teresa Lapiccirella, Ale Frisani, Antonio Bonavita, Samuele Cioffi e Rino Pezzano - è che il Presidente del Consiglio sia organo super partes garante del rispetto del ruolo dei consiglieri, nonché delle norme presenti nello Statuto e del regolamento del consiglio comunale di Cerignola”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento