Aipa e Mazal, Mainiero replica “all’acrobazia demagogica” di Cangelli: “Siate chiari”

Il consigliere comunale di minoranza, che sul caso tributi ha presentato un'interpellanza, replica alle dichiarazioni dell'assessore al ramo Sergio Cangelli

“Da noto abbaiatore della luna, con profondo interesse ho letto le dichiarazioni rilasciate dall'assessore Cangelli in merito al caso Aipa e l'interesse è divenuto turbamento”. Cosi Giuseppe Mainiero, capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale. “La Giunta e il primo cittadino sino ad oggi non hanno dato una risposta, né a me e né alla città sulle problematiche più assillanti di Foggia”.

Giuseppe Mainiero prosegue: “Ora con un'acrobazia demagogica, l'assessore Cangelli mi risponde che il Comune di Foggia non prende posizione perché c'è un'indagine della Procura in corso. Indagine che il sottoscritto probabilmente ha promosso. Riferire che il Comune attende, equivale a dire che non fa, non prende posizione. Parla, parla, parla con Aipa da oltre un anno!

Per il consigliere comunale di minoranza “un'indagine penale non limita affatto l'espressione o una presa di posizione di un ente pubblico che fino ad ora non ha comunicato alla cittadinanza nulla di ciò che intende fare dei soldi dei propri contribuenti. E' facile ipotizzare che possa daccapo intervenire una "convenientissima" transazione, come quella approcciata da lei e dall’ufficio legale per il Teatro Giordano, e affondata dal sottoscritto (allora come oggi abbaiavo alla luna).

CANGELLI COMMENTA L'INTERPELLANZA DI MAINIERO

Mainiero, che non si ritiene contraddittorio e allarmista – “visto che le mie legittime preoccupazioni nei confronti della situazione Aipa e Mazal a quanto pare, sono state condivise dalla Procura della Repubblica di Foggia” – evidenzia che per comprendere se l'Aipa avesse diritto o meno di trattenere un aggio su imposte pagate dal contribuente senza alcuna attività esattoriale della concessionaria, non ci vuole un manuale di diritto penale, bensì una mediocre conoscenza di un po' di diritto”.

Il consigliere d’opposizione incalza: “Ciò che è deciso o valutato in via sommaria da parte della Magistratura penale non è affatto detto che resista al vaglio della Giurisdizione Civile o Amministrativa. Che l'Amministrazione stia interloquendo da oltre un anno con AIPA e/o Mazal Global Solution srl, mi è noto. Ciò che tutta la cittadinanza ignora è di cosa stiate discutendo e questo non è affatto indice di chiarezza. Anzi, il cielo non è più blu ma è nero, come lo sono le dichiarazioni che sto replicando. Oscure nel contenuto”

                                                                                                                

E conclude: “Mi chiedo se invece di attendere fiduciosi il seguito della magistratura inquirente, sia il caso di cominciare a prendere posizioni serie, chiare e soprattutto condivise con chi ci ha eletto. A Foggia, attendiamo che la Magistratura faccia il suo corso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento