Ex Gema, cartelle inoltrate a 26mila foggiani. L’assessore Tucci: “Operazione corretta e doverosa”

La replica dell'assessore al Bilancio del Comune di Foggia, Anna Rita Tucci, in risposta all'articolo dedicato all'operazione di recupero fiscale ex Gema avviata dall'amministrazione Landella

L'assessore Tucci

"La procedura per i ruoli ex Gema si muove parallelamente a quella adottata per la ‘rottamazione’ delle cartelle dal Consiglio comunale, all’interno della quale questa regolarizzazione era contenuta espressamente. Un passaggio utile a sanare posizioni pregresse prima che siano avviate le azioni per il recupero coatto del credito. Un percorso che quindi vuole essere anche una dimostrazione di rispetto per quei cittadini che sono in regola con il pagamenti dei tributi, affermando un principio di equità e di giustizia sul piano fiscale". Inizia così la replica dell'assessore al Bilancio del Comune di Foggia, Anna Rita Tucci, in risposta all'articolo dedicato all'operazione di recupero fiscale ex Gema avviata dall'amministrazione Landella (LEGGI QUI)

Per Tucci non si tratta di "atto vessatorio", piuttosto di operazione "eticamente ed amministrativamente corretta e doverosa" che, a differenza di quanto sostenuto dal dirigente finanziario su queste colonne, nulla avrebbe a che vedere con la deliberazione della Corte dei Conti. "Quella deliberazione, infatti, è arrivata al Comune di Foggia grossomodo un mese fa. Se fosse stata la Corte dei Conti a sollecitare questa azione, non ci sarebbero stati i tempi tecnici per inoltrare 26mila comunicazioni e per aprire i conti correnti dedicati con Poste Italiane".

"Ciò di cui stiamo discutendo, dunque - continua la titolare del Bilancio -, è un’azione di recupero dei tributi non pagati da una parte della comunità, realizzata attraverso una comunicazione che interrompe i termini di prescrizione. Che cioè impedisce al Comune di subire un danno. Un lavoro – aggiunge - che non era possibile fare prima, perché dopo il fallimento Gema il giudice delegato non ha mai autorizzato il Comune ad accedere alla documentazione cartacea. L’unico documento utile a ricostruire i ‘ruoli’ era un dvd, che nel passato era stato trasmesso alla concessionaria subentrante senza che però quest’ultima riuscisse a leggerlo”

Prosegue Anna Rita Tucci: “Il Servizio Finanziario dell’Ente, operando in modo encomiabile, è riuscito a decrittare questo dvd, rendendolo finalmente leggibile e recuperando così i dati necessari a far partire le comunicazioni ai contribuenti". L’assessore conclude ricordando come queste procedure implichino che l'onere della prova ora sia in capo al contribuente foggiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Saturimetro: cos'è e quali sono i modelli migliori in commercio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento