Rifiuti, Candela FLI: “Ennesima cartella esattoriale imposta ai foggiani”

Il coordinamento cittadino di FLI invita i foggiani ad una mobilitazione generale tramite la "disobbedienza fiscale"

Rifiuti

“Non si può dire che l’amministrazione Mongelli brilli per sensibilità e buon senso, atteso che, con il contestuale pagamento dell’IMU, ha ritenuto doveroso far recapitare ai foggiani, in questi giorni, l’ennesima cartella esattoriale con la quale richiede ai contribuenti un maggiore imponibile per il pagamento della tassa sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani” è quanto dichiara il coordinamento di Foggia di “Futuro e Libertà”, a seguito delle recenti verifiche effettuate dall’Aipa tramite l’Agenzia del Territorio con conteggi risalenti all’anno 2007, fino a tutto il 2011, e che graveranno sulle tasche dei foggiani per ulteriori centinaia e centinaia di euro.

“In quale altro Comune d’Italia sarebbero stati in grado di partorire la brillante idea di far coincidere tale notifica, giusta e rispettosa delle vigenti normative, ma inopportuna nei tempi, alla luce del totale degrado che la comunità foggiana sta vivendo in particolar modo in questo periodo, dove immensi cumuli d’immondizia hanno oramai invaso la città?“ ironizza, ma non troppo, Umberto Candela.

“Quindi dopo la beffa anche il danno. Dopo aver imposto un aumento di questa tassa di oltre il 30%, dopo aver aumentato al massimo le percentuali dell’Imu, il centrosinistra al Comune di Foggia ha deciso ora di affliggere ulteriormente i nostri concittadini in pieno periodo natalizio con ulteriori balzelli. Della serie: i guai non finiscono mai, e se pensavamo di vivere serenamente questo scorcio di fine anno, ci hanno pensato i nostri amministratori comunali a spegnere un abbozzato sorriso di entusiasmo necessario per i modesti festeggiamenti ai quali ci saremmo apprestati” - continua la nota di Futuro e Libertà

Tutto questo accade mentre la circolazione sulle strade ed i marciapiedi diventa ogni giorno più tortuosa e pericolosa per cittadini ed autoveicoli; mentre imperversano le polemiche sui costi sostenuti per riparare buche e voragini presenti in ogni angolo della città; mentre il buio avvolge i nostri quartieri per l’endemica incapacità di Mongelli & C. a risolvere anche tale perdurante problema che favorisce microcriminalità e atti vandalici ai quali, in tanti, purtroppo cominciano ad abituarsi con rassegnata disperazione”.

Alla luce di questo scempio e della totale mancanza di servizi, a fronte del costante aumento delle tasse locali, il coordinamento cittadino di F.L.I. invita i cittadini ad una mobilitazione generale tramite la “disobbedienza fiscale”, ritardando pertanto il pagamento dell’ennesima cartella esattoriale imposta ai foggiani.

E se ciò sarà fatto, come ci auguriamo che avvenga, vorrà Mongelli imporre ulteriori sanzioni amministrative alla comunità da lui “sapientemente” amministrata? Per evitare che ciò accada - conclude Candela - “è solo necessario mandare definitivamente a casa questa inconcludente amministrazione comunale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento