Il PD di San Severo precisa: "Il Teatro Verdi è patrimonio di tutta la città"

Dino Marino: "Condanniamo violenza ma verificheremo che non siano stati messi in atto comportamenti discriminatori"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

"Pur esprimendo solidarietà agli addetti aggrediti, ci riserviamo di valutare se le procedure di vendita e di assegnazione di biglietti, omaggi e abbonamenti, siano state effettuate secondo criteri di trasparenza e di equità". Così la segreteria cittadina del Pd di San Severo in merito alle recenti polemiche sulla stagione teatrale.

"Violenza verbale e fisica vanno sempre condannate, su questo non ci piove. Tuttavia, anche quest'anno, come lo scorso, registriamo lamentele da parte di tanti cittadini che affermano di essersi sentiti "tagliati fuori" e di non aver potuto acquistare biglietti e abbonamenti per scelte fatte dall'Amministrazione e dal Teatro. Verificheremo che non siano stati messi in atto comportamenti discriminatori o favoritismi", afferma Dino Marino, consigliere comunale Pd.

"Il 'Teatro "Verdi' è patrimonio di tutti ed è, perciò, nostro compito verificare che tutto sia avvenuto con regolarità e nel pieno rispetto di tutti i cittadini", conclude la segreteria cittadina del Pd. #teatropertutti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento