'Lucera Sviluppo Lavoro' sceglie il suo candidato sindaco: "Il futuro è Bioecoagrimm"

Il comitato presieduto da Antonio Petruzellis preannuncia le linee guida di un programma basato sostanzialmente sulla "fame" di lavoro del centro federiciano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Basta: è ora di agire!”. E quello che chiedono a gran voce i lavoratori della Bioecoagrim e dell’indotto, tutti riuniti nel  omitato “Lucera Sviluppo Lavoro”, presieduto da Antonio Petruzellis. “E' arrivato il momento di fare il grande passo verso la politica e di ancorare la crescita occupazionale di Lucera, perché non vogliamo più vedere volti facinorosi e urlatori che propinano comizi sterili e inconcludenti in piazze vuote, mostrate artatamente e falsamente gremite con la complicità del solito giornaletto locale”, spiegano piccati in una nota stampa.

“Siamo stanchi di sostenere questi politici che trascendono la demagogia e offendono  la dignità dei cittadini, attraccando sul piedistallo dell’economia di Lucera, a scapito dei cittadini, programmi ridicoli e sconclusionati per fare riprendere l’economia, con risparmi irrisori, tipo quello sugli sprechi degli “sciacquoni” nei bagni pubblici. Non si può continuare a far finta di non vedere che la vera sofferenza del paese è l’indigenza e la disoccupazione sempre più all’ennesima potenza, e che l’unica via d’uscita a tutta questa ristrettezza economica è la Bioecoagrim”.

“Vogliamo invertire la marcia e bandire una volta per tutte le franchigie di trasparenza e di onestà; le manovre corrotte e gratuite di questi politici inetti e decaduti devono essere demolite definitivamente dal nostro paese. Noi lavoratori della Bioecoagrim siamo in grado di dare un nuovo volto alla nostra Lucera per fare veramente Piazza Pulita di tutti quei politici che, presentandosi nuovamente alle elezioni con l’attenuante dei volti nuovi, continuano a mirare alla guida del paese solo per accaparrarsi la poltrona di Palazzo”.

“Sono i lavoratori che vanno tutelati e non gli aspiranti politici nuovi nullafacenti e volti vecchi che nella loro vita non hanno mai fatto niente”, continua. “Per questo siamo pronti a creare una piattaforma di vera pressione politica per conquistare con orgoglio la guida della città di Lucera e tutelare il lavoro di tutti”. A giorni, infatti, si riunirà il Comitato “Lucera Sviluppo Lavoro” per scegliere un candidato sindaco che porti avanti un programma di lavoro serio, sano e concreto, capace di rimuovere tutti i pretesti esitanti e mitigare ed eliminare le scelte scellerate e sperequative di chi ha governato da anni  la città senza alcun risultato.

“Ci presenteremo alle elezioni con una nostra lista per fare i passi nella giusta direzione e sostenere il progetto di ampliamento della Bioecoagrim Srl che è l’unica azienda che può garantire  seriamente e con i fatti in più alla città di Lucera, oltre 20 milioni di euro in PIL subito e per sempre”. Venti milioni di euro che - spiegano - saranno di Lucera e dei cittadini con i nuovi  500 posti di lavoro e dell’indotto, grazie al nuovo impianto che la famiglia Montagano è pronta a realizzare in sostituzione dell’impianto in ambiente aerobico già esistente in contrada  Ripatetta.

"Realizzando il nuovo impianto in ambiente anaerobico - precisa Antonio Petruzellis - si elimineranno  definitivamente gli odori di produzione e si potranno   inserire le linee di lavorazione per il multi materiale derivante dalla raccolta differenziata. Si elimineranno  le discariche abusive e  il territorio così bonificato potrà accogliere i turisti in un ambiente decoroso ed ecosostenibile".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento