Politica

Grillo fa strage di candidati nel Foggiano: esclusioni di lusso tra i cinquestelle

Non ce la fanno De Giovanni, La Riccia, Starace e Sernia. Dalla società civile ok a Gianluca Pignattaro, Angela Salcuni e Francesca Troiano. Ok Lovecchio, Antonio Tricarico, Maria Luisa Faro e Alessandra Augelli

Si sono aperte questa mattina e dureranno, probabilmente, fino a domani pomeriggio (in caso di code virtuali) le parlamentarie online del Movimento 5 stelle per eleggere i candidati alle elezioni del 4 marzo. Gli aspiranti hanno dovuto superare il filtro di qualità di Beppe Grillo e, ad una prima occhiata, numerosi appaiono gli esclusi in Capitanata (anche eccellenti). Fuori, ad esempio (per stare ai più noti), Giorgio Sernia, ex candidato alle regionali, ma anche Sacha De Giovanni, già misuratosi con le comunali di San Marco in Lamis, e l’altro sammarchese Luigi La Riccia, candidatosi anche lui in altre competizioni.

L'editoriale: "Tutta colpa di quel filtro di qualità"

Fuori, ancora, Luigi Starace di Manfredonia, autocandidatosi al Senato. Dentro per Palazzo Madama, invece, il foggiano Marco Pellegrini, Alessandra Augelli ex candidata alle elezioni comunali di Castelluccio dei Sauri, Gisella Naturale ex candidato sindaco di Torremaggiore. Passano il filtro di qualità alla Camera il bocconiano 25enne Fabrizio Baia, l’imprenditore foggiano Giorgio Lovecchio, Antonio Tricarico attivista ambientale di Ischitella e Maria Luisa Faro, ex candidato sindaco a San Nicandro Garganico nel 2013.

Tra i candidati anche Giuseppe Dambrosio, andriese, ex deputato 5 stelle. Tra i nomi “civici”, invece, figurano l’avvocato di Cerignola Gianluca Pignattaro, Angela Salcuni, attivista Telethon di Monte Sant’Angelo, e Francesca Troiano, psicologa di Manfredonia.  Questi alcuni degli aspiranti. 

Sulle esclusioni potrebbero aver pesato le ostilità contro i portavoce già eletti del Movimento. Soprattutto, si fa osservare da ambienti pentastellati, il regolamento dei 5 stelle parlerebbe chiaro: fuori chiunque, con la sua azione, si sia macchiato in qualche modo di un danno di immagine al Movimento. Ogni iscritto potrà esprimere tre preferenze per i candidati nel proprio collegio plurinominale alla Camera e tre preferenze per quelli nel proprio collegio plurinominale al Senato. Possono partecipare alle votazioni tutti gli iscritti alla nuova Associazione MoVimento 5 Stelle con documento certificato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grillo fa strage di candidati nel Foggiano: esclusioni di lusso tra i cinquestelle

FoggiaToday è in caricamento