Politica

Primarie Sel: Introna denuncia scorrettezze, Sannicandro alza la voce

Il presidente del Consiglio regionale si dichiara il "Vincitore morale". L'avvocato di Trinitapoli chiede un posto migliore nella lista

Arcangelo Sannicandro

Che quelli di Sinistra Ecologia e Libertà adesso si mettano pure d’accordo e facciano chiarezza, almeno tra di loro. Non è più un mistero, nonostante il responso del Comitato Regionale di Garanzia del 2 gennaio, che in Capitanata, alle primarie dei candidati parlamentari, si siano verificate delle scorrettezze, leggerezze o ancora peggio delle presunte irregolarità.

Onofrio Introna sembra non essere assolutamente d’accordo sul risultato delle consultazioni del 30 dicembre scorso, che a suo parere, nonostante la sconfitta, lo avrebbero decretato quale “vincitore morale”. Il presidente del Consiglio regionale, di area socialista, denuncia delle scorrettezze nel Foggiano e nel Brindisino e tuona: "Oltre tremila elettrici ed elettori sono andati fisicamente a votarmi, quando hanno trovato il seggio regolarmente allestito”.

Il consigliere regionale e avvocato di Trinitapoli minaccia invece di ritirarsi dalla competizione elettorale se non si rimetterà mano alla composizione delle liste, che lo vedono in sesta posizione, oppure se non verranno conteggiati i voti annullati del seggio di Piana delle Croci a Foggia, quello fortemente dibattuto che però lo farebbero salire al quarto posto, garantendogli di fatto un posto in Parlamento. Senza quei voti l'esponente di Sel chiede ugualmente la quinta e non la sesta posizione in lista.

Ma se da una parte Introna invita i suoi 3mila elettori a spegnere le polemiche nel rispetto di chi crede nel progetto di Vendola - "E' quanto mai opportuno passare subito all'impostazione di una campagna elettorale che si presenta molto difficile, soprattutto al Senato, ma anche in Puglia": dall’altra il consigliere regionale più suffragato della provincia, attende invece l’esito del vertice regionale del partito che si terrà domani a Bari, dal quale quasi sicuramente uscirà la lista ufficiale dei candidati parlamentari alla Camera e al Senato, posizione per posizione.

Il rispetto della parità di genere potrebbe giocare un ruolo decisivo anche per le sorti del Rettore dell'Università di Foggia, Giulia Volpe, che potrebbe scendere in terza posizione e correre il rischio di non essere eletto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Sel: Introna denuncia scorrettezze, Sannicandro alza la voce

FoggiaToday è in caricamento